Checco Zalone come un virologo, canta Pandemia ora che vai via (VIDEO)

Il brano interpretato da Zelone - 'Pandemia ora che vai via' - ha fatto sorridere perfino i virologi. Il testo e l'audio.

Durante la seconda serata del Festival di Sanremo 2022 a rubare la scena a Fiorello è stato Checco Zalone. Un personaggio che si apprezza o si critica e forse proprio nella serata di ieri sera in molti non avranno colto la satira dello showman pugliese.

Il brano interpretato dal comico – ‘Pandemia ora che vai via’ – ha fatto sorridere perfino il Dr. Burioni, il Dr. LoPalco, il Dr. Galli e il Dr. Bassetti. Critico il parere della Dr.ssa Gismondo.

Checco Zalone e lo show sulle star di virologi

Mercoledì 2 febbraio al Festival di Sanremo 2022 è stata la serata delle gag di Checco Zalone, il comico più acclamato dagli italiani. Record di incassi con il film ‘Cado dalle nuvole’, ieri sera lo showman ha voluto far parlare di sé, come sempre, senza badare ad eventuali critiche.

Il suo intento non è certo quello di piacere a tutti ma di comunicare senza mezze misure tramite la satira, un’ironia che non offende ma piuttosto che induce alla riflessione.

Vestito come Albano, Checco Zalone interpreta la figura del virologo Oronzo Carrisi, cugino del noto cantante. Talmente noto da oscurare la figura del virologo che ha vissuto nell’ombra la sua professione quasi del tutto sconosciuta a molti se non fin quando è giunta la pandemia: finalmente ha raggiunto la visibilità che ha sempre desiderato.

E adesso che il Covid-19 sta per andare via, i virologi come faranno a sopravvivere? Questo, il senso del brano ‘Pandemia ora che vai via’, il testo di seguito:

La curva è andata giù
sta per finire il sogno,
nessuno si spaventa più
manco a Codogno
Il bollettino non fa più notizia
e Fazio già mi ha tolto l’amicizia,
sono un virologo sincero e chiedo al cielo

Pandemia ora che vai via,
che ci faccio con la rosolia,
pandemia se te ne vai via
lavo i piatti in qualche pizzeria
pandemia io sarà brutale,
io col ca**o che vado a lavorare in ospedale.

IL VIDEO

Se vuoi restare aggiornato, seguici su Facebook cliccando qui!