C’è gente che ha scoperto di essere astigmatica dopo aver visto questa foto

Una foto condivisa su Twitter ha spiegato la differenza tra chi è astigmatico e chi non lo è.

0
astigmatismo

Sul profilo Twitter di @UnusualFacts6 è stata condivisa un’immagine, diventata virale, per dimostrare la differenza tra gli astigmatici e chi non non lo è. L’astigmatismo, infatti, avviene quando la cornea è leggermente curva e le luci si percepiscono in maniera diversa.

Si tratta di una condizione refrattiva che si verifica quando la cornea (la superficie anteriore dell’occhio) o la lente all’interno dell’occhio hanno curve non corrispondenti. Un occhio normale ha sia la cornea che la lente curve in una forma arrotondata, mentre gli astigmatici hanno uno di questi elementi a forma di ‘uovo’. In un occhio perfetto, la forma arrotondata della cornea e della lente rifrangono qualsiasi luce in arrivo per produrre un’immagine nitida sulla retina.

In un occhio con un errore di rifrazione, invece, le curve non corrispondenti nell’occhio impediscono ai raggi luminosi di piegarsi correttamente. Il risultato è un’immagine sfocata.

Esistono due diversi tipi di astigmatismo: l’astigmatismo corneale, in cui le curve non corrispondenti si verificano nella cornea e l’astigmatismo lenticolare in cui le curve non corrispondenti si verificano nella lente. Entrambe causano una vista sfocata ma possono si possono presentare più orizzontalmente, verticalmente o diagonalmente. Questa condizione è più comunemente presente in combinazione con un altro errore di rifrazione come la miopia o l’ipermetropia.

La visione sfocata non è l’unico sintomo dell’astigmatismo: chi ha questa condizione può anche provare affaticamento della vista, mal di testa e difficoltà a vedere di notte. Alcune persone nascono con l’astigmatismo e potrebbero non sapere di averlo fino a quando non vengono sottoposte a un esame visivo. Chi scopre di avere l’astigmatismo può vivere vite relativamente senza problemi. Il modo più comune per trattare i sintomi dell’astigmatismo sono gli occhiali, le lenti a contatto e la chirurgia refrattiva.

Commenti