Catherine Deneuve ha avuto un malore: colpita da un’ischemia

Catherine Deneuve, ricoverata la scorsa notte in un ospedale di Parigi, a seguito di un malore, è stata "vittima di una ischemia limitata e quindi reversibile".

0

Catherine Deneuve, ricoverata la scorsa notte in un ospedale di Parigi, a seguito di un malore, è stata “vittima di una ischemia limitata e quindi reversibile“.

Lo ha riferito l’agente dell’attrice, Claire Blondel.

L’attrice francese, 76 anni, “non ha alcun deficit motorio e si riprenderà dopo un breve periodo di riposo“. Secondo la famiglia, infatti, il problema è stato causato da un eccesso di lavoro.

Come riportato oggi su CronacaSocial.com, l’icona del cinema d’oltralpe (ex moglie di Marcello Mastroianni con cui ha avuto la figlia Chiara, anche lei attrice), infatti, è impegnata, dal mese scorso, sul set dell’ultimo film di Emmanuel Bercot, ‘De son vivant’, con Benoit Magimel.

L’ischemia cerebrale è una condizione in cui il cervello non riceve abbastanza sangue da soddisfare i suoi bisogni metabolici. La conseguente carenza di ossigeno può portare alla morte del tessuto cerebrale, e di conseguenza all’ictus ischemico.

I sintomi di un’ischemia sono strettamente connessi all’organo colpito (cuore, intestino, cervello, arti…). Senza un intervento immediato, il danno può progredire rapidamente verso la necrosi e la cancrena in poche ore (nel caso di ischemia ad organi vitali la morte può sopraggiungere anche molto prima).