I cani piangono di felicità quando vedono i propri padroni

I cani piangono di felicità come noi. Lo fanno, ad esempio, quando rivedono i loro padroni. Lo dice uno studio giapponese.

Photo by Marliese Streefland on Unsplash

I cani piangono di felicità come noi. Lo fanno, ad esempio, quando rivedono i loro padroni. Così, un nuovo studio riportato su Current Biology condotto dall’Università di Azabu in Giappone.

Il dott. Takefumi Kikusui ha dichiarato: “Abbiamo scoperto che i cani piangono e le lacrime sono associate alle emozioni positive. Abbiamo purescoperto che l’ossitocina è il possibile meccanismo che sta alla base del fenomeno”.

Kikusui ha fatto la scoperta osservando il suo cane – un barboncino – mentre allattava, “negli occhi c’erano le lacrime. Questo mi ha dato l’idea che fosse l’ossitocina ad aumentare le lacrime”. L’ossitocina è conosciuta come l’ormone materno o “l’ormone dell’amore”.

I ricercatori sapevano, anche da precedenti studi, che l’ossitocina viene rilasciata sia nei cani che nei loro proprietari nell’ambito del rapporto. Così, hanno deciso di condurre un esperimento in cui il cane e il proprio padrone interagivano tra loro, osservandone la lacrimazione nel cane.

LEGGI ANCHE: Cani e vacanze, i consigli degli esperti

Anzitutto, hanno usato un test standard per misurare il volume lacrimale dei cani prima e dopo il ricongiungimento con i loro proprietari. Hanno scoperto che il volume delle lacrime  è effettivamente aumentato quando hanno rivisto l’umano che gli era familiare e non con una persona che non conoscevano. Quando hanno aggiunto l’ossitocina agli occhi dei cani, anche il volume delle loro lacrime è aumentato.

Questa scoperta supporta l’idea che il rilascio di ossitocina svolga un ruolo nella produzione di lacrime quando i cani e le loro persone tornano insieme. Hanno anche chiesto alle persone di valutare le immagini di volti di cani con e senza lacrime artificiali, e si è scoperto che le persone hanno dato risposte più positive quando hanno visto cani con gli occhi pieni di lacrime. Questi risultati suggeriscono che la produzione lacrimale dei cani aiuta a creare connessioni piu’ forti tra le persone e i loro cani.

Dallo studio, sembra che i cani producano lacrime in situazioni che gli umani considererebbero “felici”. Gli scienziati non hanno ancora testato se i cani producono lacrime anche in risposta alle emozioni negative e se piangono quando si ricongiungono ad altri cani. Nelle ricerche future, vogliono indagare meglio la funzione sociale della lacrimazione.

LEGGI ANCHE: I cani si abbronzano al sole?