Cancro al seno, c’è un nuovo farmaco che promette bene

Uno studio pubblicato di recente conferma l'efficacia di un nuovo farmaco contro il cancro al seno. Cosa sappiamo.

Uno studio pubblicato di recente conferma l’efficacia di un nuovo farmaco contro il cancro al seno.

Cancro al seno: lo studio sul nuovo farmaco

Un nuovo farmaco utilizzato per il trattamento del carcinoma mammario metastatico ha dimostrato di avere un notevole successo, migliorando di sei mesi il tasso di sopravvivenza nelle pazienti trattate.

In uno studio pubblicato di recente sul New England Journal of Medicine , il farmaco sperimentale trastuzumab deruxtecan, venduto come Enhertu, “ha portato a una sopravvivenza globale e libera da progressione significativamente più lunga rispetto alla scelta della chemioterapia del medico“.

Secondo lo studio, Enhertu prende di mira e blocca HER2, una proteina che promuove la crescita delle cellule tumorali. Per la sperimentazione clinica, i ricercatori hanno analizzato 557 pazienti con carcinoma mammario metastatico classificati come HER2 bassi, con poche cellule HER2.

I risultati

I risultati dello studio in questione fanno ben sperare: i tumori dei pazienti che hanno assunto Enhertu hanno smesso di crescere per 10,1 mesi rispetto ai 5,4 mesi dei pazienti sottoposti a chemioterapia tipica. Inoltre, Enhertu ha aumentato la sopravvivenza globale a 23,4 mesi rispetto ai 16,8 mesi di quelli sottoposti a trattamenti standard.

La dott.ssa Halle Moore, direttrice dell’oncologia medica del seno presso la Cleveland Clinic, ha dichiarato al New York Times che gli studi clinici di successo generalmente aggiungono alcune settimane di vita e non evidenziano benefici per la sopravvivenza.

È inaudito che gli studi sulla chemioterapia nel carcinoma mammario metastatico migliorino la sopravvivenza dei pazienti di sei mesi“, ha aggiunto Moore.

Questa strategia è la vera svolta“, ha detto all’outlet il dottor Eric Winer, specialista in cancro al seno e direttore dello Yale Cancer Center. “Non si tratta solo di questo farmaco o del cancro al seno. Il suo vero vantaggio è che ci permette di somministrare terapie potenti direttamente alle cellule tumorali“.

LEGGI ANCHE: Nuova terapia anti cancro dà il 100% della remissione nei pazienti coinvolti.