Cancro al pancreas, Ceri, mamma di 38 anni: “Non voglio morire, ce la farò”

Una migliore comprensione dei sintomi del cancro del pancreas e una diagnosi più rapida sono cruciali se si vogliono migliorare i già bassi tassi di sopravvivenza, secondo gli attivisti della Giornata mondiale contro il cancro al pancreas.

0
ceri

In Italia sono quasi raddoppiati negli ultimi 10 anni i casi di cancro al pancreas: solo 8 pazienti su 100 vivi a 5 anni. I primi sintomi compaiono in fase avanzata ma una diagnosi precoce potrebbe cambiare tutto.

In occasione della Giornata mondiale del cancro al pancreas, istituita con lo scopo di sensibilizzare sulla malattia, è importante conoscere la storia della britannica Ceri Weston, 48 anni, a cui è stato diagnosticato il tumore soltanto una settimana dopo la nascita del suo secondo figlio, Leo, avvenuta prematuramente alla fine del 2014.

Dopo aver appena avuto il bambino ho pensato che, se dovevo morire, non avrebbe avuto ricordi di me, quindi, ero determinata a durare il più a lungo possibile“, ha raccontato la donna a Sky.com.

Dopo 13 cicli di chemioterapia, 35 sedute di radioterapia a Ceri è stato detto che non c’era più traccia del cancro. Poi è tornato, non una ma due volte e le è stato comunicato che è diventato incurabile. La donna si sente devastata e naturalmente non vuole morire.

Il pancreas è una grande ghiandola lunga circa 15 centimetri che produce enzimi per digerire il cibo e l’insulina per controllare lo zucchero nel sangue.

Ali Stunt ha fondato un’associazione contro il cancro al pancreas dopo essere sopravvissuta alla malattia. Ci sono volute circa sei visite dal medico e in ospedale prima che il tumore fosse diagnosticato.

Dobbiamo assicurarci che le persone ricevano una diagnosi prima possibile e per farlo dobbiamo aumentare la conoscenza e la consapevolezza della gente non solo della malattia ma anche dei sintomi“, ha detto.

Ali Stunt ha anche detto che i professionisti medici hanno bisogno di “strumenti e risorse” per individuare la malattia anzitempo.

I sintomi del cancro del pancreas comprendono la perdita di peso inaspettata, l’ittero (ingiallimento della pelle e del bianco degli occhi), dolore nella zona posteriore o allo stomaco.

Tuttavia, il 44% dei casi viene diagnosticato solo dopo che il paziente ha cercato una qualche forma di trattamento di emergenza e soltanto una su 10 di queste persone sarà ancora viva dopo un anno.

Le cause del cancro al pancreas non sono ancora completamente note ma comprendono il fumo, l’obesità e una storia di alcune condizioni come il diabete e le ulcere gastriche.

“I tassi di sopravvivenza non migliorano da tempo e ciò è causato dalla mancanza di finanziamenti per la ricerca”, ha sostenuto la dott.ssa Ellie Cannon.

Le percentuali del cancro al seno e di altri tumori dell’intestino e della prostata sono notevolmente migliorate, mentre il cancro del pancreas è rimasto molto indietro e questo perché non ci sono test di screening né test diagnostici rapidi“, ha detto.

Ceri sta combattendo per aumentare la consapevolezza della malattia e, nonostante il parere dei medici, sa che alla fine la sconfiggerà.

Commenti