Cancro cervicale (o della cervice uterina): sintomi, cause, trattamento e prognosi

Il cancro cervicale (o della cervice uterina) si sviluppa nel rivestimento inferiore dell'utero. È uno dei tumori più comuni nelle donne, soprattutto dopo i 50 anni. Ecco cosa è meglio sapere.

0

Il cancro cervicale (o della cervice uterina) si sviluppa nel rivestimento inferiore dell’utero. È uno dei tumori più comuni nelle donne, soprattutto dopo i 50 anni.

La cervice è la parte stretta dell’utero che si collega alla vagina. Il suo ruolo è proteggere l’utero dalle infezioni e dalla lubrificazione della vagina. È anche attivamente coinvolta nel parto.

La cervice è coperta da una mucosa il cui tessuto superficiale è chiamato epitelio. È a questo livello che si sviluppa la stragrande maggioranza dei tumori della cervice.

Sintomi del cancro cervicale

Le prime fasi del cancro cervicale si verificano spesso senza segni clinici. Questo è il motivo per cui è fortemente raccomandato un pap test a intervalli regolari.

In una fase successiva del cancro della cervice, possiamo osservare:

  • sanguinamento vaginale, al di fuori dei cicli mestruali, il più delle volte dopo un rapporto sessuale;
  • dolore durante il sesso;
  • cicli abbondanti;
  • perdite bianche indolori;
  • dolore lombare (nella parte bassa della schiena).

Cause del cancro cervicale

La causa principale del cancro cervicale è il papilloma virus umano (HPV) o il papillomavirus. Viene trasmesso durante i rapporti sessuali. Può anche causare lesioni cutanee chiamate condilomi.

I soggetti più a rischio di cancro cervicale sono quelli che hanno un primo rapporto sessuale in tenera età, che hanno più partner, che hanno avuto più figli, che hanno un sistema immunitari deficitario, che hanno ha già contratto una MST (malattia a trasmissione sessuale) o che consumano tabacco in modo eccessivo.

Trattamento del cancro cervicale

Esistono varie opzioni terapeutiche e complementari per il trattamento del cancro cervicale. Il miglior modo di agire è determinato dallo stadio e dall’entità della malattia.

La chirurgia viene utilizzata principalmente per i tumori precoci. Consiste nella rimozione parziale o totale della cervice. Se il tumore si è diffuso ai tessuti e ai linfonodi vicini, può essere necessaria la rimozione.

La radioterapia distrugge le cellule tumorali usando le radiazioni ad alta energia. È spesso associata alla brachiterapia (applicazione di una fonte radioattiva direttamente a contatto con il tumore) per una migliore efficienza. Infine, la chemioterapia può essere utilizzata per limitare il rischio di recidiva.

Prognosi del cancro cervicale

Il tasso di guarigione per il cancro cervicale dipende dal suo stadio al momento della diagnosi. In media, si ritiene che questo tumore abbia una sopravvivenza relativa dopo cinque anni del 74%.

Se il tumore si trova solo nella cervice, le probabilità di sopravvivenza sono addirittura dell’80-85%. Tuttavia, più le cellule tumorali si diffondono, più aumenta la mortalità.