Quali sono i campanelli d’allarme di un tumore al cervello?

Ad essere diagnosticati sono 6 mila casi l’anno, il tumore al cervello costituisce spesso il male ‘letale’. Si possono riconoscere i sintomi di questo tipo di tumore? Ad ogni modo, non bisogna pensare subito al peggio, i sintomi possono essere comuni ad altri.

Tumore al cervello: non solo mal di testa

Non si può parlare di esclusività quando ci si riferisce alla sintomatologia, quelli che si presentano sono dei sintomi che possono essere comuni ad altre patologie a carico del sistema nervoso (struttura formata da cervello, midollo spinale, organi di senso e nervi che mettono in comunicazione tra loro le varie parti del corpo).

La sintomatologia dipende in che parte del cervello si sviluppa il tumore se a destra o a sinistra, gli effetto saranno quelli controlaterali inoltre dipende anche dal lobo che ha compromesso (la zona) e la sua funzione.

In molti di voi sapranno che i primi sintomi possono essere cefalea e nausea ma questi possono essere anche campanelli d’allarme di altre manifestazioni patologiche.

Quando c’è d’allarmarsi? Se persistono da più di una settimana, sì. Anche se, torniamo a ribadire, è improbabile che solamente con questi due sintomi si tratti di tumore al cervello a meno che le dimensioni non siano tali da esercitare pressione.

Questo tipo di cefalea può essere intensa al mattino, procurare dei risvegli fastidiosi durante la notte, essere più fastidiosa in caso di sforzi fisici o muovendo il capo.

Dei campanelli d’allarme da non sottovalutare, se accumunati insieme alla nausea e al mal di testa, sono i disturbi alla vista (visione sdoppiata o perdita del campo visivo). La pressione intracranica potrebbe condurti anche a dormire molte ore al giorno, ad una sonnolenza “strana”, insolita per te.

Un altro segnale che potrebbe unirsi agli altri riguarda i disturbi del movimento: ad esempio, non riesci ad eseguire con la tua volontà un gesto, oppure se si manifestano dei movimenti involontari.

Anche l’orecchio può essere coinvolto (ricorda che molto dipende dalla zona che colpisce il tumore) e di conseguenza avere problemi di equilibrio.

Si può arrivare ad una diagnosi tempestiva quando ancora il tumore è di dimensioni ridotte e interessa la zona che controlla gli arti e il movimento, difatti potrebbero esserci problemi nel parlare o a leggere.

Purtroppo, se il tumore non si manifesta in una zona che non regola qualche attività sarà più difficile accorgersene in tempo e la diagnosi non potrà essere tempestiva, anzi il tumore raggiungerà delle dimensioni importanti.

Passiamo alla parte ‘psichica’, come potrebbe essere definita: potrebbero comparire delle allucinazioni e disturbi della memoria.

Sentire degli odori intensi improvvisamente, per cui non si hanno termini che li possano definire, sgradevoli solitamente. Avere sensazioni di aver già vissuto alcune sensazioni.

Se ti ritrovi in questa descrizione non esitare a contattare il tuo medico curante nel più breve tempo possibile.