Beve urina ogni giorno: dice che così ha curato la fibromialgia e ha la pelle più sana

Kayleigh Oakley, 33 anni, beve mezzo litro di urina ogni mattina, la strofina sulla sua pelle e poi fa la doccia. Ecco la sua storia.

0

Dopo una vita condizionata dalla malattia, un’istruttrice di yoga ha rivelato che bere la propria urina ogni mattina non solo le ha donato una pelle perfetta ma l’ha anche aiutata a superare l’affaticamento cronico e la fibromialgia (una condizione a lungo termine che causa dolore in tutto il corpo).

Kayleigh Oakley, 33 anni, beve mezzo litro di urina ogni mattina, la strofina sulla sua pelle e poi fa la doccia.

Dopo la diagnosi della tiroidite di Hashimoto a 15 anni, a Kayleigh è stata diagnosticata, come accennato poco su, anche l’affaticamento cronico e la fibromialgia due anni dopo, naturalmente condizionando in maniera negativa le azioni di tutti i giorni.

Due anni fa, però, Kayleigh ha scoperto la terapia urinaria e ha scelto di provarla, affascinata “dalle storie di successo che altre persone hanno condiviso“, ha raccontato alla stampa.

Avevo intrapreso un lungo viaggio, cercando di migliorare la mia salute, ho cambiato la mia dieta e il mio stile di vita, cercando di introdurre cose più olistiche e di non assumere alcun farmaco – ha aggiunto –  Ho sentito che l’urina può ripristinare il sistema immunitario, promuovere una buona salute generale ed è un bene, per cui ho pensato di provare“.

Di conseguenza, Kayleigh di mattina fa la pipì in un bicchiere e la beve, scartando la prima e l’ultima parte del flusso perché – sostiene – contiene tossine.

La bevanda del mattino contiene la maggior parte degli ormoni e dei nutrienti. Non ha molto sapore, è un po’ salata e puoi assaporare alcuni minerali“, ha spiegato la donna he ha aggiunto: “Non sono mai stata inorridita dal pensiero di bere l’urina: i miei amici e la mia famiglia accettano quello che faccio. Siamo condizionati a pensare che bere l’urina sia una cosa sporca ma è solo una sterile filtrazione del sangue“.

Non ci pensiamo due volte ad assumere farmaci, con effetti collaterali, eppure l’urina non ha effetti collaterali e funziona davvero bene“, ha aggiunto la 33enne.

Kayleigh ha affermato che anche che tamponare l’urina sulla pelle ha contribuito a darle una carnagione impeccabile: “Molte marche di prodotti per la pellezza contengono l’urea, che viene escreta nelle urine, quindi utilizzo un prodotto che è gratis“.

E ancora: “L’urina funziona molto bene per schiarire la pelle in caso di problemi ormonali: quindi la uso come una crema idratante, ne metto un po’ su un batuffolo di cotone e lo tampono sulla pelle prima di saltare sotto la doccia: idrata e aiuta anche ad esfoliare“.

Kayleigh crede che se non fosse stato per la sua terapia urinaria, per una dieta sana e per lo yoga quotidiano, vivrebbe ancora nel dolore: “Se non avessi intrapreso la via della guarigione con terapie diverse, avrei dovuto assumere più farmaci. C’è molta disinformazione ma non saprai mai se bere urina ti aiuterà finché non proverai“.

Commenti