Bambino sente uno strano ronzio all’interno dell’orecchio, ecco di cosa si trattava

Il caso di un bambino di 9 anni del Connecticut (Stati Uniti d'America).

0
zecca

Quando un bambino di 9 anni del Connecticut (Stati Uniti d’America) è stato ricoverato al Yale New Haven Children’s Hospital con una strana sensazione nell’orecchio destro, la fonte del suo disagio si è rivelata essere un ospite molto raccapricciante.

Il piccolo paziente aveva avvertito un battito incessante all’interno dell’orecchio mentre stava giocando fuori da scuola e un ronzio da alcuni giorni, come riportato sul New England Journal of Medicine.

Fortunatamente, l’insetto che si era insediato nel timpano del bambino non ha causato alcun danno, tinnito o perdita dell’udito.

Quando i medici hanno dato un’occhiata, hanno trovato una zecca sulla membrana timpanica, circondata da tessuto infiammato. Dopo aver provato a tirare fuori l’insetto, i medici hanno deciso di trasferire il paziente in una sala operatoria ed è stato posto in anestesia generale.

Era stato scoperto, infatti, che il capitulum della zecca – ovvero la sua struttura di alimentazione – si era inglobato nella pelle e ciò significava che rimuovere l’aracnide avrebbe potuto causar dolore se non fosse stato fatto con attenzione.

Come ha spiegato il coautore dello studio David Kasle alla CNN, il danno al timpano avrebbe potuto “smorzare” il suo udito.

Tuttavia, non intervenire avrebbe potuto comportare un danno peggiore alle capacità uditive del paziente nel tempo. E così, grazie all’anestesia generale e a un microscopio operatorio, i chirurgi sono riusciti a estrarre l’insetto che si è rivelato essere una Dermacentor variabilis, ovvero la zecca americana o di legno, nota per causare la febbre delle montagne rocciose e la tularemia.

La buona notizia è che il paziente non ha avuto alcun segno o sintomo di alcuna malattia e, dopo un mese, le sue condizioni di salute sono migliorate e ora sta bene.

 

Commenti