Bambina di 6 anni morta per meningite: non era vaccinata

Era l’unico vaccino che non aveva fatto. La meningite se l’è portata via in pochissime ore.

0

Uccisa dalla meningite di tipo C. È il triste destino che è toccato in sorte ad una bambina di 6 anni che non aveva fatto proprio il vaccino per l’infezione che l’ha portata via per sempre ai suoi genitori.

A raccontare questa drammatica storia è stato il papà della piccola durante la trasmissione Stasera Italia. Il genitore ha spiegato che la piccola non aveva fatto quel vaccino perché malata e che stava aspettando che dal centro vaccini le fissassero un altro appuntamento.

Ma a quell’appuntamento la bambina non è mai arrivata.

Perché un giorno si è svegliata con la febbre. Nel pomeriggio le sue condizioni sono peggiorate: “mal di testa, le facevano male le gambe, siamo corsi in ospedale e in quattro ore la meningite ce l’ha portata via” ha detto il padre.

[amazon_link asins=’8804684631,8822713508,8865801948,888572101X,8893195445,8808063291,B0195T7HRA,8817099031,8875785864′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’76955531-788d-11e8-bdfe-ff0ce94be371′]

Per i genitori il dolore è stato immenso e ancora continuano a chiedersi se il vaccino che non ha fatto avrebbe potuto evitare la morte della loro figlioletta: “Magari avrebbe avuto delle conseguenze, come dicono i medici: il vaccino non garantisce ma avrebbe aiutato” si è sentito di dire sempre il genitore che alla fine si è rivolto direttamente al Ministro Salvini che recentemente ha dichiarato l’inutilità dei vaccini.

Per far sì che di bare bianche per queste cose non ce ne siano più – ha detto rivolto al Ministro – che un genitore non debba vivere guardando le fotografie di una bambina che rimarrà per sempre di sei anni, non deve decidere il genitore. I vaccini devono essere obbligatori”.

Commenti