Bagno al mare dopo mangiato, quanto si deve aspettare?

Bagno al mare dopo mangiato, quanto si deve aspettare?

Rinunciare ad un buon pasto in spiaggia per evitare di aspettare ore prima di fare un tuffo in acqua? Non ci sono evidenze scientifiche ad indicare di attendere le famose 3 ore prima di immergersi dopo un pasto. Tuttavia, ci sono delle accortezze da seguire.

Bagno dopo mangiato, cosa bisogna fare?

L’estate è arrivata, i tuffi al mare, le nuotate al largo, gli aperitivi in spiaggia dopo un anno di chiusure e limitazioni. Tutto è meritato se vogliamo dirla tutta ma bisogna fare attenzione a non eccedere con l’entusiasmo e scegliere di proteggersi anche durante le vacanze.

Molti di noi sono cresciuti con la frase ‘Prima di fare il bagno dopo mangiato devi aspettare 3 ore’, ricordate? Non ci sono evidenze scientifiche, ciò che conta è non sottoporre il corpo ad uno shock termico che deriva dalla differenza tra la temperatura del corpo e quella dell’acqua.

Tuttavia, il Ministero della Salute consiglia che è sempre il caso di aspettare almeno 3 ore prima del pasto.
Non vuoi aspettare? Segui queste semplici ‘regole’!

1. Quando intendi andare a fare un bagno dopo mangiato, immergiti gradualmente, fai abituare il tuo corpo alla nuova temperatura che non deve essere mai troppo fredda.
2. Non allontanarti troppo, quando arrivi alla boa, torna indietro.
3. Chiedi a qualcuno di venire insieme a te, nel caso in cui dovessi sentirti male sarai soccorso.
4. Evita i pasti pesanti, prediligi quelli leggeri potresti metterti a rischio di malesseri, crampi e annegamenti. Vanno bene le macedonie, un frutto come merenda, insalate ai cereali. Non dimenticare d’idratarti.
5. Non bere alcolici, riducono i riflessi e l’attenzione aumentando il rischio di annegamento.
6. Se senti di non essere nella forma ottimale, o il meteo non è buono e il mare è mosso, resta in spiaggia.
7. Non fare sforzi eccessivi, non azzardare nuotate che richiedono un’attività muscolare al di sopra delle tue possibilità.