Aveva della garza attorno al cuore, tolta dopo 10 anni

Per dieci anni ha convissuto con una garza nel petto, accanto al pacemaker, che gli causava dolori.

0

Per dieci anni ha convissuto con una garza nel petto, accanto al pacemaker, che gli causava dolori.

È successo a un uomo di 46 anni, originario di Viareggio, in Toscana.

Nel 2007, infatti, l’uomo è stato operato all’ospedale di Massa per l’installazione del pacemaker, l’apparecchio che stimola elettricamente la contrazione del cuore.

Il fatto, però, si apprende oggi perché l’avvocato Aldo Lasagna ha ricevuto il mandato a procedere con la richiesta dei danni per conto del suo cliente.

L’episodio sta avendo anche un risvolto politico, visto che il capogruppo di Forza Italia al Consiglio Regionale della Toscana, Maurizio Marchetti, ha chiesto l’avvio di un’inchiesta interna alle strutture sanitarie: “A colpirmi – ha affermato il politico – è certo l’errore compiuto in fase operatoria e che ha messo a grave rischio la salute del paziente, ma più ancora le sue continue richieste d’aiuto per quella protuberanza dolorosa che negli anni gli si era formata sul petto, all’altezza del cuore, e che nessuno a quanto pare ha voluto prendere in seria considerazione effettuando le necessarie verifiche diagnostiche in un paziente cardiopatica“.

La garza, infatti, è stata rimossa all’inizio di quest’anno quando al CNR di Pisa si è sottoposto a un intervento chirurgico per sostituire il vecchio pacemaker con uno nuovo.

Nel corso dei 10 anni che lo ha separato dal nuovo intervento e dall’incredibile scorso, l’uomo ha affermato che ogni tanto avvertiva delle fitte e gli si era anche formata – come si legge su LaNazione.it – una protuberanza all’altezza del petto che gli ha creato disagi nella vita sociale.

Commenti