Autunno e inverno: cosa fare se i capelli cadono come le foglie

Se in autunno il fogliage riempie di colori i boschi e i giardini, un’altra caduta, quella dei capelli, è sicuramente meno attraente. Ai primi freddi e in inverno le chiome diventano più fragili, aride, con tendenza a spezzarsi e cadere. Il fenomeno è sicuramente fonte di ansia e di stress ed è quindi consigliabile approfondire l’argomento per conoscere meglio il nemico e affrontarlo con soluzioni vincenti.

Le cause della caduta

La caduta stagionale dei capelli, specialmente all’arrivo dell’autunno, è un dato di fatto ma le cause ancora non si conoscono con certezza. Si sa, però, che molti fattori concorrono a creare il problema, primo fra tutti l’aggressione dovuta al sole e alla salsedine, fastidioso ricordo delle vacanze estive terminate da poco. Inoltre, anche lo stress legato alla ripresa del lavoro e dei problemi quotidiani ha la sua importanza. Ma i fattori che incidono negativamente sulla capigliatura non si fermano qui. A mano a mano che ci si avvicina all’inverno la luce cala e l’organismo deve adattarsi a questa nuova condizione variando la produzione di melatonina e, di conseguenza, il ritmo sonno–veglia. Questo nuovo assestamento è causa di un’ulteriore fonte di stress per il nostro organismo, che risponde a questo insulto rendendo i nostri capelli più radi, spenti e opachi. Ci sono però anche buone notizie. In autunno e in inverno la caduta dei capelli, sempre che non sia eccessiva, è anche fisiologica. Si perdono, infatti, soprattutto i capelli che si trovano in fase telogen, quella che indica il termine del ciclo di ricrescita. I capelli sono ancora ancorati al follicolo pilifero ma hanno completamente cessato le loro attività vitali e, di conseguenza, sono destinati a cadere. Naturalmente, il fatto che questo fenomeno sia in parte normale, non significa che non si debba venire in aiuto delle nostre chiome, per ridare loro vigore e lucentezza.

Quanti capelli si perdono?

Una perdita giornaliera compresa tra i 50 e i 100 capelli è normale e, durante l’autunno e l’inverno aumenta leggermente in modo uniforme sull’intera superficie della testa. Il problema diventa invece più importante se la perdita è massiccia o se si manifesta a chiazze. In questo caso si può infatti sospettare che si tratti di alopecia. Osservare bene i capelli permette anche di capire se sono stressati e se si deve correre ai ripari con integratori e prodotti mirati. Chiome che appaiono stinte, stoppose e fragili necessitano sicuramente di maggiori attenzioni. Si può anche fare una prova tirando un capello: se si rompe significa che è devitalizzato e che la capigliatura ha bisogno di cure.

Prevenire e curare: i migliori trattamenti in farmacia

Fortunatamente non mancano prodotti che permettono di recuperare chiome folte e in piena salute. Naturalmente devono essere scelti con cura e la farmacia offre sempre le giuste garanzie di serietà. Non resta quindi che dare un’occhiata ai diversi articoli e ai migliori integratori caduta capelli presenti in farmacia Gaudiana.

Le fiale

Fra i prodotti in fiale rinforzanti per i capelli Bioscalin attivatore capillare ISFRP-11, prodotto da Giuliani, è fortemente innovativo grazie alla presenza di una molecola particolarmente avanzata, in grado di arrestare la caduta e attivare la ricrescita. Una volta alla settimana si distribuisce la lozione sul cuoio capelluto e la sua formula a rilascio prolungato ottimizza ulteriormente l’assorbimento e i risultati che, decisamente, sono fuori dal comune.

Le compresse

Comodi da avere sempre con sé, gli integratori anticaduta in compresse svolgono egregiamente il loro compito. I migliori da trovare in farmacia? Tricovel, in confezione da 45 compresse, combatte i danni dello stress ossidativo e favorisce la ricrescita dei capelli affidandosi all’estratto di Ajuga reptans affiancato da spermidina, biotina, argininina, zinco e rame. Sempre in compresse da assumere una volta al giorno anche Biomineral 5-Alfa, in confezione da 30 capsule. L’integratore aiuta a contrastare l’alopecia androgenetica, la calvizie progressiva e la seborrea. Zinco, biotina e altri nutrienti contrastano la caduta e rimpongono rimedio ad altre carenze. Ottimo anche Pharcos Deltacrin, in confezione da 60 capsule. Arricchito con lisina, ferro, melatonina ed estratti di soia è privo di glutine.

Gli shampoo

Anche i prodotti detergenti hanno la loro importanza quando si parla di salute dei capelli. Bioscalin energy shampoo, per esempio, contiene un complesso di principi attivi energizzanti e in grado di sostenere la vitalità della chioma. Eccellente anche Kouriles shampoo antiforfora,che controlla il sebo in eccesso e regala capelli morbidi e lucenti.