In aumento i casi di Covid-19 nei bambini, l’appello: “Basta sbaciucchiare”

I neonati attraggono per la tenerezza che trasmettono: sembra non poter fare a meno di riempirli di baci. L'appello del Santobono di Napoli.

Photo by Hu Chen on Unsplash

I bambini, soprattutto i neonati, attraggono per la tenerezza che trasmettono: si percepisce e sembra non poter fare a meno di toccarli o riempirli di baci. Quanto di più sbagliato in questo periodo pandemico e a sottolinearlo è l’ospedale Santobono: «Basta sbaciucchiare».

Neonato in casa? Le norme da mantenere per proteggerlo dal Covid-19

L’allarme è lanciato dall’ospedale Santobono, il medico Vincenzo Tipo, responsabile del Pronto Soccorso – si appresta a proferire alcuni dati che fanno emergere l’aumento dei contagi anche nella fascia di età tra i 0 e i 15 anni.

«4-5 casi al giorno con sintomi non particolarmente preoccupanti. Da un’analisi più attenta del dato abbiamo verificato che il 50% di questi sono bambini di età 0-3 mesi con madri negative al Covid. I sintomi per questa fascia d’età sono: febbre, inappetenza, irritabilità, diarrea, tosse e lievi difficoltà respiratorie. Volendo ipotizzare la catena del contagio consideriamo altamente probabile che questo sia intrafamiliare ma non verticale (madre/figlio)» afferma il Dr. Tipo.

Il dato che emerge è che i contagi soprattutto tra i neonati non provengono dalla madre ma probabilmente da un contesto che ruota attorno alla famiglia.

«Il fenomeno – spiega il medico – è da ricercare nella cattiva abitudine di frequentare spesso ed insistentemente una casa dove c’è un neonato o un lattantino, di sbaciucchiarlo continuamente, di passarselo di braccia in braccia e di fare tutte quelle moine a noi tutti fin troppo note. Questo non è più possibile».

In questo periodo pandemico non ci si può permettere di lasciarsi andare a lascivi gesti affettuosi, nonostante rientri tra le attitudini spontanee alla vista di un bambino. I rischi per la salute possono essere alti nonostante in questa fascia di età i sintomi siano lievi: bisogna acquisire un auto-controllo responsabile. Perché? Continua a spiegarlo il Dr. Tipo:

«Il bambino piccolo è un organismo fragile e suscettibile pertanto va tutelato, protetto e non esposto a un potenziale pericolo».

Un piano di responsabilità è quello da assumere correlato al mantenimento di alcune norme consigliate da seguire dentro casa :

  • limitare, se non evitare, visite di parenti, amici, conoscenti e vari;
  • vietare a tutti ( compreso padre e fratelli) di stare vicino al bimbo senza indossare una mascherina ;
  • non lasciare baciare il bimbo;
  • manipolare il bambino solo dopo aver lavato le mani ed usato un gel idroalcolico;
  • tenerlo, per quanto possibile, in un ambiente tranquillo e poco frequentato;
  • arieggiare spesso l’ambiente di soggiorno.

«Queste elementari norme, che dovrebbero valere sempre, sono assolutamente indispensabili in epoca Covid – sottolinea il medico – Se manteniamo alta l’attenzione e la prudenza ne usciremo presto e bene. Approfitto per rivolgere un grande ringraziamento allo straordinario team medico infermieristico del Pronto Soccorso dell’Ospedale Santobono per il grande lavoro che sta svolgendo con la massima professionalità e l’altissimo senso di responsabilità».