Asportato tumore addominale da 11 chilogrammi

È successo all'ospedale di Messina.

0

Asportato, con successo, un tumore addominale di 11 chilogrammi.

È successo all’ospedale di Messina.

L’intervento chirurgico è stato effettuato su una paziente di 69 anni ed è stato svolto dalla squadra guidata dal professor Antonio Macrì, responsabile del programma interdipartimentale per la cura dei tumori peritoneali e dei sarcomi dei tessuti molli dell’ospedale universitario.

La massa tumorale si era estesa così tanto che l’intestino della 69enne si era spostato in una piccola porzione della cavità peritoneale.

[amazon_link asins=’8804665211,8863862141,3961111855,B00YRZ1J0O,8820041324,B075B1H3KC,8899760063′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’a432d571-9496-11e8-9c03-6f76aed9ffbb’]

Si tratta di un caso estremamente raro – ha commentato il dott. Macrì – anche se non il primo da noi operato, sia per la sua natura istologica, ma, soprattutto, per le dimensioni che la neoplasia aveva raggiunto e per la diffusione in alcune regioni anatomiche difficilmente raggiungibili, con coinvolgimento di grossi vasi, rene, intestino, peritoneo, muscoli, ossa e strutture nervose. Il tumore occupava infatti tutto l’addome, dislocando l’intero intestino in una piccolissima porzione della cavità peritoneale“.

Sembra incredibile che nell’era della prevenzione – ha aggiunto il professor Macrì – si trovi ancora a trattare tumori di queste dimensioni, ma la sede di origine e le modalità di diffusione fanno sì che tali tumori diano segno di sé solo in fasi avanzate. Dobbiamo trovare strategie più efficaci per promuovere l’educazione sanitaria e coinvolgere sempre più persone nei programmi di screening, in modo da ridurre il numero di tumori in stadio avanzato e, comunque, in questi casi, è fondamentale affidarsi a Centri dedicati al trattamento di tali patologie“.

Commenti