Artrite nel cane: cause, sintomi e cure

L'artrite è una patologia che causa dolore cronico nel cane. Ecco cosa bisogna sapere.

0
cane

La parola artrite deriva da due parole greche: arthro che sta per articolazione e itis che significa infiammazione.

Quindi, l’artrite è l’infiammazione delle articolazioni.

Ora, nel caso del cane ci sono molte cause che possono portare all’artrite, come le infezioni e le malattie immunitarie.

Tuttavia, l’artrite è soprattutto provocata dall’età avanzata dell’animale.

LE CAUSE

L’artrite comincia quando la cartilagine articolare che copre le estremità delle ossa si deteriora.

Ecco perché ciò accade:

  • Malattie congenite delle articolazioni come la displasia dell’anca o del gomito;
  • Danni alle articolazioni o ai legamenti;
  • Età e obesità.

I cani più anziani, infatti, sono più inclini alla degenerazione articolare e il peso eccessivo accelera questo processo.

I SINTOMI

Se nel cane comincia a svilupparsi l’artrite, la prima cosa che si può notare è che l’animale inizia a zoppicare e cercherà di evitare di spostare l’arto che gli fa male.

Spesso, lo zoppicare è peggiore quando il cane si sveglia al mattino o quando il tempo è particolarmente freddo.

Nel frattempo che la malattia progredisce, sarà improbabile che l’animale possa svolgere le sue solite attività. Ad esempio, il cane non salterà sul divano per ricevere le coccole, non inseguirà la palla e non sarà disposto a passeggiare per lungo tempo.

I muscoli della zampa interessata, inoltre, potrebbero apparire più sottili degli altri.

Alcuni cani, inoltre, tendono a mordicchiare l’articolazione che fa male per ottenerne del sollievo.

CURE

Due gli scopi: alleviare il dolore del cane e riportare l’articolazione a uno stato più sano possibile.

Ed esistono varie opzioni di trattamento che possono aiutare il cane.

  • Alla maggior parte degli animali è prescritto un farmaco antinfiammatorio non steroideo per alleviare il dolore. Nel caso in cui il cane non possa assumere questo farmaco, le alternative sono rappresentate dal Tramadolo e dal Fentanyl. Attenzione: mai dare al cane un farmaco che non sia stato prescritto dal veterinario.
  • Ci sono molti integratori che sono pensati per aiutare i cani con l’artrite. La glucosamina e la condroitina sono quelli più utilizzati. Questi aiutano a proteggere la cartilagine articolare e a rallentare il deterioramento. Gli integratori, comunque, se da un lato non creano danni, dall’altra ci sono pochi studi che ne confermano l’efficacia.
  • I glicosaminoglicani polifosfati come il polisolfato di pentosan sodico sono sostanze coinvolte nella produzione delle cartilagini. Il veterinario potrebbe prescrivere un serie di iniezioni con queste sostanze. Il vantaggio di questo trattamento è che è molto sicuro.
  • Gli acidi grassi Omega 3, come quelli presenti nell’olio di pesce, possono ridurre l’infiammazione e dare sollievo al dolore.
  • L’agopuntura ha dimostrato di aiutare molti cani con le articolazioni che fanno male.
  • L’esercizio fisico, il massaggio e la fisioterapia contribuiscono a prevenire la rigidità delle articolazioni.

Inoltre, è importante anche adeguare l’ambiente al cane che soffre di artrite. Ad esempio, in caso di passeggiata e di assenza di ascensore, meglio prenderlo in braccio e poggiarlo, poi, delicatamente per terra, una volta in strada.

L’artrite, si ricorda, è una condizione progressiva senza cure.

Nonostante ciò, il cane può non soffrire: è sufficiente una combinazione di perdita di peso, farmaci, integratori e modifiche al suo ambiente di vita.

Commenti