Allergia al sole, cos’è, come si manifesta, la cura

L'allergia al sole è un'ipersensibilità della pelle ai raggi solari. I sintomi sono spesso evidenti nelle zone del collo, mani, braccia e petto.

L’allergia al sole è un’ipersensibilità della pelle ai raggi solari. Un disturbo diffuso che si manifesta tramite dei sintomi specifici che possono essere riconosciuti ad occhio nudo.

Allergia al sole o fotoallergia

L’allergia al sole, detta anche fotoallergia, fotosensibilità, fotodermatosi o dermatite solare è una risposta del sistema immunitario alla luce del sole. La pelle è altamente sensibile ai raggi solari, talmente tanto da presentare infiammazione e comparsa di eruzioni cutanee pruriginose.

La fotoallergia può comparire già durante l’infanzia ma spesso insorge verso i 20 anni, soprattutto nelle donne. Ci può essere una familiarità ma fattori scatenanti possono essere farmaci e l’utilizzo di determinate sostanze chimiche sulla pelle.

Parlando di un’allergia che colpisce le zone più esposte al sole quali collo, braccia, mani e petto, queste saranno le aree in cui si presenteranno i classi sintomi, ovvero: vesciche o di puntini rossi sulla pelle senza prurito o con prurito intenso – possono comparire già pochi minuti dopo l’esposizione al sole e comunque entro l’arco di poche ore.

Sono 4 le tipologie più comuni di allergie al sole che riportiamo [Fonte: Humanitas]:

  • Dermatite polimorfa solare: per quanto riguarda la sua diffusione, questa tipologia di allergia è il secondo disturbo che interessa la pelle provocato dal sole, subito dopo le ustioni solari. Le donne sono più colpite rispetto agli uomini e i sintomi generalmente si presentano per la prima volta in giovane età. L’esposizione graduale e continuata al sole in primavera ed estate può ridurre la sensibilità alla luce solare: le conseguenze di questo processo di desensibilizzazione perdurano generalmente per tutta la stagione estiva, ma la sintomatologia si ripropone la primavera seguente.
  • Dermatite polimorfa solare ereditaria: è contraddistinta da sintomi generalmente più acuti rispetto a quelli della forma non ereditaria della malattia e che di solito si presentano più precocemente, nell’infanzia o nell’adolescenza.
  • Dermatite fotoallergica: un tipo di allergia al sole causata dall’effetto della luce solare tramite l’interazione con una sostanza chimica o un medicinale assunti o applicati sulla pelle.
  • Orticaria solare: si presenta con l’apparizione dell’orticaria sul derma esposto al sole. Non comune, interessa più di frequente donne giovani.

La cura dipende dalla tipologia di allergia al sole riscontrata, tuttavia, nei casi meno severi sarà sufficiente non esporsi al sole per qualche giorno.

Un altro approccio consigliato dal medico potrebbe essere la fototerapia così da ridurre progressivamente la sensibilità ai raggi ultravioletti.
In determinati casi potrebbero essere consigliati antistaminici o calcio antagonisti.