Ingrossamento della prostata: sintomi, fattori di rischio e complicazioni

Quando il corpo invecchia si espone a molteplici cambiamenti. Per gli uomini uno dei problemi legati all'età e l'ingrossamento della prostata, chiamato anche "iperplasia prostatica benigna" (IPB), è una condizione comune che non è pericolosa di per sé ma può causare alcune gravi complicanze.

0

Quando il corpo invecchia si espone a molteplici cambiamenti. Per gli uomini uno dei problemi legati all’età e l’ingrossamento della prostata, chiamato anche “iperplasia prostatica benigna” (IPB), è una condizione comune che non è pericolosa di per sé ma può causare alcune gravi complicanze.

La prostata è una ghiandola che si trova proprio sotto la vescica e circonda l’uretra, gioca un ruolo chiave nella fertilità maschile. Si ritiene che aumenti di volume in concomitanza dei cambiamenti nei livelli degli ormoni maschili. L’ingrossamento della prostata può determinare la costrizione dell’uretra, che a sua volta può causare alcuni sintomi urinari sgradevoli. L’iperplasia prostatica benigna è molto comune.[amazon_link asins=’B01724D39Q,B01N1I4BQ5,B00OK5ZOVG,B017BJGCHC,B00SH20A08′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’154211cb-6e5f-11e8-8b6b-83f5c2e96a90′]

Quali sono i sintomi dell’ingrossamento della prostata?

Spesso tale condizione non ha nessun sintomo. Inoltre i sintomi non peggiorano proporzionalmente all’aumentare del volume prostatico.

Tra i principali segni dell’iperplasia prostatica benigna abbiamo:

  • frequente necessità di urinare (8 volte al giorno o più);
  • flusso di urina instabile;
  • incontinenza urinaria;
  • svuotamento incompleto della vescica;
  • sonno notturno interrotto dal bisogno di urinare (nocturia);
  • dolore durante la minzione.

Altri sintomi suggeriscono un problema più serio e richiedono cure mediche urgenti,  includono quanto segue:

  •  totale assenza della minzione;
  • dolorosa, frequente e urgente necessità di urinare insieme a febbre e brividi;
  • sangue nelle urine;
  • disagio significativo o dolore nell’addome inferiore.

Ci sono alcuni fattori che aumentano le possibilità di sviluppo di un IPB da parte di un uomo, tra questi abbiamo:

  • invecchiamento (gli uomini con più di 40 anni hanno più una maggiore probabilità di soffrire di BHP rispetto agli uomini più giovani);
  • aver avuto in famiglia altri soggetti affetti di IPB;
  • alcune condizioni mediche come il diabete e le malattie cardiovascolari;
  • uso di alcuni farmaci come i beta-bloccanti; essere in sovrappeso o obesi.

Quali sono le complicazioni dell’ingrossamento della prostata?

Prima di tutto, l’iperplasia prostatica benigna non è legata al cancro della prostata, anche se il cancro condivide alcuni sintomi con l’IPB.

Tra le principali complicazioni dovute a tale patologia si hanno:

  • ritenzione urinaria acuta;
  • ritenzione urinaria cronica;
  • infezioni del tratto urinario;
  • calcoli alla vescica;
  • danno alla vescica;
  • danno ai reni.

 

Nel caso si individuassero uno o più di questi sintomi  si consiglia di rivolgersi a un medico per una visita specialistica.

Quale stile di vita può alleviare i sintomi dell’IPB?

Ci sono buone abitudini che possono alleviare i sintomi della IPB, sia quando i sintomi sono lievi o nel caso in cui si è già sottoposti a trattamento. Ecco alcuni consigli:

  • limitare il consumo di alcol e caffeina, in quanto questi due elementi possono stimolare la minzione;
  • se è necessario assumere medicinali come decongestionanti, antistaminici, antidepressivi o diuretici, farlo solo seguendo esattamente quanto prescritto dal medico. Nel caso in cui il farmaco acuisca i sintomi dell’Ipb è bene chiedere al medico curante di prescrivere un altro medicinale;
  • fare esercizi per rafforzare i muscoli del pavimento pelvico (esercizi di Kegel);
  • curare la stitichezza, poiché può peggiorare i sintomi dell’IPB.

 

Commenti