Albano Carrisi e la malattia inguaribile: “Ne soffro dagli anni ’90”

Per Albano Carrisi gli anni '90 sono stati anni di forte stress emotivo per via della separazione con Romina Power e anche il suo corpo è cambiato: la malattia inguaribile.

Albano

Per Albano Carrisi gli anni ’90 sono stati anni di forte stress emotivo, la sua storia per molti è conosciuta ma pochi sanno qual è la malattia con cui convive dal post-periodo separazione con l’ex moglie Romina Power e la scomparsa della figlia Ylenia.

Albano Carrisi e la malattia cronica della pelle

Albano Carrisi è un cantautore italiano di 78 anni e personaggio televisivo acclamato dal grande pubblico, ospite a tanti talk show, ha sempre parlato molto di sé e della sua sfera familiare, soprattutto della separazione con la moglie Romina Power e il dolore per la scomparsa della figlia Ylenia.

Questi due eventi – negli anni ’90 – hanno drasticamente cambiato anche il suo corpo: “Gli anni ’90 per me sono stati duri da sopportare“, ha raccontato durante un’intervista settimanale Nuovo, “Mi è successo di tutto. Cominciai a vedere sulle mani, sulle ginocchia e sui piedi una strana dilatazione della pelle. Avevo un forte prurito e, quando mi grattavo, spesso sanguinavo. Si trattava di psoriasi, dovuta al grande stress che dovevo sopportare quotidianamente“.

Cos’è la psoriasi?

La psoriasi è una malattia infiammatoria cronica della pelle che si manifesta con lesioni caratterizzate da pelle ispessita con aspetto squamoso bianco-argenteo, spesso associate a prurito.

Di difficile diagnosi, può essere confusa con altre patologie. Le aree più colpite sono:

1. Gomiti.
2. Ginocchia.
3. Cuoio capelluto.
4. Zona lombare della schiena.
5. Viso.
6. Palmi delle mani.
7. Piante dei piedi.

La causa dell’insorgenza di questa malattia spesso è lo stress ma può essere causata anche da infezioni, pelle secca, alcuni medicinali.

Esiste una cura?

Essendo una condizione cronica, si convive con questo disturbo per tutta la vita ma ci sono fasi in cui i sintomi scompaiono.

Albano Carrisi è seguito dall’Ospedale San Raffaele di Milano, la sua condizione è migliorata, ha infatti dichiarato: “Oggi, anche se non posso dire di aver debellato del tutto questa fastidiosissima malattia, diciamo che mi sento praticamente guarito dalla psoriasi. Tuttavia sto sempre attento a non farmi vincere dallo stress, altrimenti il problema ritorna a manifestarsi“.

Se volete restare aggiornati, seguiteci su Facebook cliccando qui.

LEGGI ANCHE: Allergia alla polvere lunare, l’uomo può vivere sulla luna?