Aifa ordina lo stop all’utilizzo dei farmaci a base di Ranitidina

L’Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto in via precauzionale il divieto di utilizzo di tutti i lotti di medicinali contenenti il principio attivo ranitidina.

0
farmacia

Con un comunicato lanciato sul proprio sito, l’Aifa, l’Agenzia Italiana del Farmaco, ha disposto, a scopo precauzionale e in attesa delle opportune analisi, l’immediato blocco e il divieto di utilizzo su tutto il territorio nazionale, nonché il ritiro dalle farmacie e dalla catena distributiva, di tutti i lotti di medicinali contenenti il principio attivo ranitidina.

Il provvedimento si è reso necessario, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello ‘Sportello dei Diritti’, a seguito alla presenza di un’impurezza denominata N-nitrosodimetilamina (NDMA) riscontrata nel principio attivo ranitidina prodotto presso l’officina SARACA LABORATORIES LTD – INDIA.

La stessa Aifa invita, infine, i farmacisti a veicolare tali informazioni, che saranno pubblicate sul proprio sito, ai pazienti.

Il ritiro non deve generare timore nei pazienti ma, semmai, rafforzare la certezza che vengono adottate tutte le misure atte a garantire e sorvegliare la sicurezza dei farmaci.