Affanno (fame d’aria): cos’è, quali sono le cause e la cura

Hai l'affanno, ti manca l'aria, hai bisogno di espandere di più il torace per 'prenderne' di più. Forse c'è una sofferenza respiratoria da indagare.

Hai l’affanno, ti manca l’aria, hai bisogno di espandere di più il torace per ‘prenderne’ di più. Forse c’è una sofferenza respiratoria da indagare.

Affanno: quando è l’aria a mancare

La patologia che stiamo trattando viene indicata con il termine medico ‘dispnea‘ e sottintende una respirazione difficoltosa che ti fa sentire di avere ‘fame d’aria’ e di essere incapace ad effettuare un respiro profondo.

Di due tipologie: cronica (quando persiste da più di un mese) e acuta (l’affanno arriva improvvisamente ed ha una durata variabile).

Non manca il peso sul torace e magari lo senti ogni volta che percorri le scale che ti portano in ufficio o a casa, quello che provi è un sintomo comune di molte patologie cardiache, polmonari, ematologiche, vascolari o muscolari/neuromuscolari.

Come avrai notato sono diversi gli apparati che possono essere coinvolti e che possono andare ad interferire con il trasporto dell’ossigeno.

Nel 90% dei casi le patologie che provocano l’affanno sono però di natura polmonare e cardiogena.

L’affanno che deriva dall’apparato respiratorio può essere dovuto a differenti patologie:

1) Asma
2) Polmonite
3) Bronchite
4) Bronchiolite
5) Laringite
6) Tracheite
7) Rinite allergica
8) BPCO (Broncopneumopatia cronica ostruttiva)
9) Embolia polmonare (coagulo di sangue in un’arteria polmonare)
10) Malattia polmonare interstiziale
11) Avvelenamento da monossido di carbonio (anidride carbonica)
12) Pneumotorace (collasso polmonare)
13) Fibrosi cistica
14) Infarto polmonare
15) Ostruzione delle vie aeree superiori
16) Insufficienza respiratoria
17) Etc.

L’affanno che deriva da patologie cardiovascolari può essere dato da:

1) Insufficienza cardiaca congestizia
2) Infarto del miocardio
3) Angina stabile e instabile
4) Pericardite (infiammazione del tessuto che riveste il cuore)
5) Tamponamento pericardico
6) Vizi valvolari
7) Stenosi aortica
8) Stenosi mitralica
9) Insufficienza aortica
10) Insufficienza mitralica
11) Cardiomiopatia ipertrofica dilatativa restrittiva
12) Aritmie cardiache

Ci siamo interessati alla natura polmonare e cardiogena dell’affanno perché sono le cause più comuni ma questo può derivare anche da malattie neurologiche, psichiatriche.

Quando si tratta della natura polmonare e cardiogena, all’inizio l’affanno si sviluppa solo in presenza di eccessivi sforzi, solamente quando la dispnea diventa più severa sarà un problema anche svolgere un sforzo lieve o stare a riposo.

Ti starai chiedendo chi sono i soggetti più a rischio? In effetti ci sono proprio dei fattori di rischio che espongono maggiormente all’insorgere dell’affanno (e patologie correlate) e sono:

1) L’età
2) Il fumo di sigaretta
3) La sedentarietà
4) L’obesità
5) L’ipertensione arteriosa
6) Il diabete mellito
7) La menopausa
8) Disturbi d’ansia

Qual è la cura?

Non si può parlare di cura dell’affanno in quanto sintomo di una patologia sottostante. Quindi lo specialista dovrà fare una diagnosi differenziale, escludere delle cause e appurarne di altre: identificare la patologia per una cura corretta.