Addio ad Angelica, la paladina della ricerca contro la fibrosi cistica

Non ce l'ha fatta la 26enne Angelica Angelinetta che ha fondato la Marafibrositona per raccogliere fondi per la ricerca contro la fibrosi cistica.

Addio ad Angelica Angelinetta.

La 26enne di Dongo – comune della provincia di Como – è stata uccisa dalla fibrosi cistica, una patologia che l’affliggeva sin dalla nascita.

La giovane era diventata simbolo della battaglia contro questa malattia e aveva promosso la Marafibrositona per raccogliere fondi in favore della ricerca. Inoltre, come si legge su LaProvinciaDiComo.it, Angelica ha voluto esserci, “anche se costretta su una sedia a rotelle e impossibilitata persino a leggere il suo messaggio per la fatica nel respirare“.

L’ultima edizione di quest’iniziativa ha permesso di raccogliere 83mila euro da destinare alla Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica Onlus che da più di 20 anni si batte per trovare una cura contro la Fibrosi Cistica.

La prima edizione della Marafibrositona – una corsa non competitiva di 5 chilometri sulle rive del lago di Como – era stata organizzata da Angelica, insieme all’amica Elisa, nel 2015.

In un post su Facebook la ragazza ha scritto: “La fibrosi cistica è probabilmente la causa dei miei più grandi problemi e pensieri, ma è questa bestia che mi ha fatto diventare quella sono, che mi ha fatto conoscere le persone più importanti e speciali, che mi ha fatto capire i valori della vita, che mi ha circondato di persone stupende“.

I funerali di Angelica si svolgeranno domani, martedì 23, alle 14.30, nella parrocchiale di Santo Stefano.