Presto l’acne sarà solo un ricordo… ecco perché

È l'incubo degli adolescenti. Una patologia diffusa che può segnare il volto molto pesantemente. Ma l'acne potrebbe presto essere un brutto ricordo.

0

È l’incubo degli adolescenti. Una patologia diffusa che può segnare il volto molto pesantemente. Ma l’acne potrebbe presto essere un brutto ricordo. Questo è certamente l’obiettivo di un gruppo di ricercatori americani che stanno cercando di sviluppare un vaccino, come raccontato da Le Figaro.

È necessaria una premessa. L’acne è una patologia che colpisce l’87% degli adolescenti. È anche la ragione principale che obbliga a fissare una visita dal dermatologo. Il suo aspetto è legato alle ghiandole che secernono troppo sebo alla radice dei capelli. Ciò provoca un’ostruzione dei pori e la comparsa di lesioni e brufoli sul viso. Il trattamento è solitamente lungo e può mescolare farmaci, creme o omeopatia.

Orai, i ricercatori di dermatologia dell’Università di San Diego, in California, hanno isolato un anticorpo che potrebbe aiutare a risolvere il problema. È, infatti, in grado di indirizzare un batterio responsabile dell’acne e ridurre così l’infiammazione.

Questo vaccino, però, è ancora in fase di ricerca. Ma i primi test condotti su topi e cellule cutanee in coltura sono stati piuttosto convincenti. I test sull’uomo sono il passo successivo ma sarà necessario essere sicuri di non rompere l’equilibrio naturale della pelle.

Commenti