Acne: cos’è, cause, tipologie e trattamento

Acne. Cos'è? Come e perché compare? Quali sono le cause? E i trattamenti? Cosa sapere.

Foto di Kjerstin Michaela Noomi Sakura Gihle Martinsen Haraldsen da Pixabay

Si pensa che a soffrirne siano solamente gli adolescenti con il loro ‘sfogo giovanile’, in realtà ne soffrono anche i bambini e gli adulti.

L’acne e la tendenza ad essa può interessare chiunque: sono diversi i tipi ed anche i trattamenti associati.

Una lettura attenta potrà rispondere ad ogni dubbio.

Acne, una malattia della pelle

L’acne è una malattia della pelle data da un’infiammazione delle ghiandole sebacee (associate ad un follicolo pilifero).

Può presentarsi sotto forma di:

  • Papule (lesioni solide sulla superficie cutanea).
  • Pustole (insorgono su papule pregresse spesso causate da germi e sono più gravi).
  • Cisti (superficiali o ripiene di pus).
  • Comedoni (punti neri).
  • Fistolizzazioni (nei casi più gravi, le cisti si uniscono in profondità).

L’esplosione di questa malattia delle pelle avviene durante i 10-12 anni. Anche se è tipico associare l’acne alle diverse fasi della vita: nel neonato, nel bambino, nell’adulto e nell’adolescenza.

L’acne nel bambino (o infantile) sorge tra i 3 e i 12 mesi sulle guance in particolar modo. Possono apparire papule, pustole o comedoni.

L’acne nel neonato interessa il 20% di loro. Frequente sulle guance, si presentano punti bianchi (comedoni chiusi).

L’acne dell’adulto, chiamata così perché compare dopo i 25 anni di età e spesso con frequenza maggiore nelle donne. Si nota sul viso, sulla mascella e sul collo.

Può essere di tipo lieve, moderata presentandosi con comedoni, papule/pustole o severa (acne conglobata). Possono essere le cicatrici a rimanere.

L’acne dell’adolescenza è molto conosciuta, questa è l’età in cui vi è il cosiddetto ‘sfogo giovanile’ in viso e nella parte superiore del corpo. Anche in questo caso può essere lieve, moderata o severa con le stesse caratteristiche dell’acne nell’adulto.

L’acne, la malattia della pelle più conosciuta, si può raggruppare in diverse tipologie, precisamente 4:

  • Acne comedonica: di tipo lieve.
  • Acne papulopustolosa: di tipo moderata.
  • Acne conglobata: di tipo severa.
  • Acne fulminans: di tipo maligna.

Le cause più comuni sono l’infiammazione, un eccesso di sebo, presenza di colonizzazione batterica.

Per dare un’interpretazione ai vostri ‘segni’ sulla pelle è importante rivolgersi ad un dermatologo che farà la giusta diagnosi considerando il tipo di rimedio in base alla tipologia di acne.

Tra i tipi di trattamenti possono essere suggeriti peeling chimici (trattamento dermo-estetico per eliminare ogni inestetismo), laser terapia, terapia topica (nei casi lievi), antibiotici (nei casi più gravi), terapia sistemica (nell’acne conglobata). Ma anche è sempre più crescente l’uso efficace di creme con bava di lumaca.

Tra le cause dell’acne rientra anche un regine alimentare non adeguato, gli studiosi hanno notato una correlazione ad esempio nell’assunzione di cibi grassi e acne oppure data da uno ‘sfogo’ da cattiva digestione.

Attenersi ad una dieta equilibrata può prevenire lo sviluppo di questa conosciuta malattia della pelle.