A un uomo in India hanno rimosso 116 chiodi dallo stomaco / VIDEO

Un uomo ha rischiato grosso dopo avere ingerito 116 chiodi di ferro. Ecco i dettagli di questa curiosa storia.

0

Un uomo originario dell’India è fortunato ad essere vivo dopo aver ingerito 116 chiodi di ferro. Fortunatamente, nessuno di questi oggetti lunghi 6,5 centimetri gli ha perforato il rivestimento dello stomaco e sono stati tutti rimossi dai medici nella città di Bundi.

Bhola Shankar, 43 anni, come si legge su IflScience.com, si è presentato all’ospedale lamentando dolori di stomaco il 13 maggio scorso. Una radiografia iniziale ha rivelato una massa di chiodi depositati nello stomaco, estratti chirurgicamente il giorno seguente.

L’uomo, che lavora come giardiniere, non è stato in grado di spiegare il motivo per cui ha mangiato gli oggetti metallici affilati e i medici sostengono che non hanno idea di quanto tempo siano stati nel suo stomaco.

Fortunatamente, pare che non ci sia stato alcun danno a lungo termine e l’uomo si sta riprendendo bene, sebbene questo incidente evidenzi i pericoli di certi disturbi alimentari e dei problemi di salute mentale.

Pica (o allotriofagia) è il nome dato a una vasta gamma di disturbi alimentari che coinvolgono l’ingestione di oggetti senza alcun valore nutritivo, come la terra, i capelli, il legno e il metallo.

Le persone che soffrono di questo disturbo alimentare ovviamente corrono il rischio di distruggere il proprio intestino – e ciò può essere fatale – e il trattamento della condizione è molto difficile.

Di solito, i medici prima verificano una carenza di ferro, che può portare a una pulsione compulsiva tale da compensare con il mangiare il metallo. Tuttavia, in molti casi, la condizione deriva da cause psicologiche piuttosto che nutrizionali e per trattarla sono necessarie diverse terapie.

Commenti