9 rimedi naturali per eliminare il problema dell’orzaiolo

L'orzaiolo è un disagio fastidioso ma, di norma, si risolve senza la necessità di un intervento chirurgico. Ecco qualche rimedio casalingo.

0

Il calazio (orzaiolo) o cisti palpebrale è un piccolo gonfiore o nodulo, che solitamente si presenta sulla palpebra superiore (ma anche, occasionalmente, in quella inferiore).

L’orzaiolo è un disagio fastidioso ma, di norma, si risolve senza la necessità di un intervento chirurgico.

Nelle palpebre superiori e inferiori sono situate delle ghiandole di meibomio responsabili della produzione dello strato lipidico (insieme alle lacrime) necessario per inumidire e proteggere gli occhi. Tuttavia, se le ghiandole sono infiammate, la sostanza prodotta diventa troppo densa, favorendo la comparsa dell’orzaiolo.

Il calazio, che si verifica più spesso negli adulti rispetto ai bambini, ha i seguenti sintomi:

  • gonfiore della palpebra;
  • piccola protuberanza sulla palpebra;
  • dolore o disagio;
  • arrossamento della pelle;
  • occhio acquoso;
  • visione sfocata;
  • lieve irritazione agli occhi.

Sebbene la maggior parte delle cisti palpebrali guariscano da sole (il fastidio sparisce da solo tra le 2 a 8 settimane) esistono alcuni rimedi casalinghi per risolvere il problema più velocemente.

TRATTAMENTI PER L’ORZAIOLO

ACQUA CALDA

Quando inizia a svilupparsi un calazio applicare dell’acqua calda nella zona interessata. L’acqua calda, infatti, può aiutare ad aprire le ghiandole ostruite e ridurre il gonfiore.

MASSAGGIO

Un leggero massaggio sulla palpebra può favorire una guarigione più rapida, questo perché il movimento aiuta ad accelerare il processo di drenaggio.

Dopo aver applicato un impacco caldo sulle palpebre chiuse per 5 minuti, massaggiare delicatamente l’area con le dita per 2-3 minuti, alcune volte al giorno.

CIPOLLE

Le cipolle hanno proprietà antiossidanti, antivirali e antibatteriche. Strofinare delicatamente un succo di cipolla sulla palpebra infiammata.

ALOE VERA

La proprietà anti-infiammatoria dell’aloe vera può aiutare a ridurre rossore, gonfiore e infiammazione perché elimina, efficacemente, lo strato lipidico indurito che è causa del calazio.

Tagliare una foglia di aloe fresca ed estrarre il gel. Applicare direttamente il gel sulla zona interessata e lasciarlo agire per 15 a 20 minuti. Risciacquare con acqua tiepida. Ripetere questo trattamento alcune volte al giorno, per una settimana, fino a ottenere i risultati desiderati.

FOGLIE DI GUAVA

Le foglie di guava hanno proprietà anti-infiammatorie, che aiutano a ridurre il dolore e il gonfiore, nonché a velocizzare il recupero.

Far bollire da 5 a 6 foglie in acqua per 5 minuti. Posizionare la foglia calda sulla palpebra colpita. Sostituire con una nuova foglia una volta raffreddata. Si consiglia il trattamento due volte al giorno, per diversi giorni.

BUSTINE DI TÈ VERDE

Le bustine di te verde usate possono essere conservate in frigorifero ed essere usate come rimedio contro l’orzaiolo (applicandole sulla parte lesa per 5 minuti). In questo modo, gli antiossidanti presenti nel tè verde penetreranno profondamente nelle ghiandole infiammate, eliminando in tal modo le tossine e riducendo il gonfiore. Il tè verde è anche ricco di acido tannico, che aiuta a combattere l’infezione.

ACETO DI SIDRO DI MELE

L’aceto di sidro di mele è un rimedio popolare per il calazio. Ha proprietà antinfiammatorie, antisettiche, antivirali e disintossicanti che aiutano a ridurre il dolore e l’infiammazione e persino a combattere le infezioni.

Mescolare 1 cucchiaio di aceto di sidro di mela crudo non filtrato in una tazza d’acqua. Bere due volte al giorno per alcune settimane. Inoltre, è possibile immergere un batuffolo di cotone in una soluzione composta da 2 cucchiaini di aceto di sidro di mele crudo, non filtrato e 1 tazza di acqua calda e applicare il tutti sulla zona interessata, per circa un minuto. Ripetere l’oprazione tre volte al giorno per alcuni giorni.

OLIO DI RICINO

L’olio di ricino ha elevate proprietà antinfiammatorie, che possono aiutare a ridurre il gonfiore. Per ottenere buoni risultati, basta utilizzare piccolo tampone di cotone per strofinare l’olio di ricino sulla zona interessata. Ripetere l’applicazione due volte al giorno, per 1 o 2 settimane.

PREZZEMOLO

Il prezzemolo aiuta a promuovere la guarigione estraendo le sostanze tossiche dalle cisti palpebrali. Inoltre, ha anche proprietà antibatteriche che combattono l’infezione.

In una piccola ciotola, mettere il prezzemolo in una tazza di acqua bollente. Lasciare raffreddare l’acqua, immergere un panno pulito e strizzare l’eccesso. Posizionare il panno caldo sulla zona interessata per 15 minuti, tre volte al giorno, per una settimana.

COME PREVENIRE IL CALAZIO?

  • Rimuovere correttamente il trucco prima di andare a dormire;
  • lavare il viso con acqua calda la sera prima di andare a letto per eliminare lo strato lipidico in eccesso dal viso;
  • lavare bene le mani prima di toccare gli occhi;
  • sostituire il trucco per gli occhi ogni 6 mesi;
  • proteggere gli occhi da polvere e inquinamento atmosferico;
  • assicurarsi che l’area intorno agli occhi sia sempre pulita.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis:

Commenti