8 modi con cui il tuo corpo ti dice che la carne ti fa male

Per molte persone è difficile resistere alla tentazione di una bistecca o di un hamburger. Ma non tutte possono mangiare carne senza problemi.

0

Per molte persone è difficile resistere alla tentazione di una bistecca o di un hamburger.

Nonostante il fatto che la carne sia piena di sostanze nutritive, contiene anche un certo numero di tossine chimiche naturali, grassi saturi ed elementi che rendono difficile la digestione.

Mangiare troppa carne, inoltre, può portare a gravi conseguenze: dall’aumento del rischio di sviluppare il diabete alle malattie cardiache e persino al cancro.

Ora, l’apparato digerente potrebbe anche avere problemi ad elaborare la carne e manda dei segni. Ecco quali:

COSTIPAZIONE

Gli apparati digerenti sono basati sulla genetica e le abitudini alimentari.

A seconda del taglio, alcune carni sono piuttosto ricche di grassi.

I grassi richiedono più tempo per essere digeriti dal corpo ed è per questo che possono causare indigestione il giorno successivo. La stitichezza può essere il risultato dell’elevato ferro che si trova normalmente nelle carni rosse (manzo, maiale o agnello).

Inoltre, la carne rossa è a basso contenuto di fibre, che è essenziale per i movimenti intestinali regolari.

Suggerimento: alcuni studi hanno rivelato che mangiare troppa carne rossa può aumentare le probabilità di sviluppare un tumore all’intestino. Prova a mangiare 100 – 200 grammi di carne rossa solo due volte a settimana, con un contorno di verdure o cereali. Cerca di evitare di mangiare fegato e reni. Passa ai frutti di mare o al pollo e scegli la carne bollita anziché quella fritta.

FAME COSTANTE

Se ti senti affamato anche se hai appena finito un pasto, può significare che hai troppe proteine. Quando non hai abbastanza carboidrati, lo zucchero nel sangue del corpo va giù e non produci la serotonina che regola l’umore, la sostanza chimica che fa sentire affamati.

Suggerimento: se ti rendi conto di avere sempre fame, cerca di non mangiare carne per diversi giorni così da capire se è quello il problema.

OCCHIAIE SCURE

Le occhiaie non sono causate sempre dalla mancanza di sonno o dalla stanchezza. Anche non digerire la carne correttamente può provocarle. Se li hai spesso (specialmente il giorno dopo che mangi carne), allora è un segno che la carne non è stata digerita.

In caso di apparato digerente che non funziona come dovrebbe, le particelle delle carne passano attraverso la parete dell’intestino e direttamente nel flusso sanguigno, considerate intrusi dall’organismo. Il corpo, quindi, proverà a produrre anticorpi per eliminare le sostanze estranee e la reazione a ciò possono essere le occhiaie sotto gli occhi.

PRESSIONE SANGUIGNA ALTA

Anche l’ipertensione può essere un segno che è giunto il momento di ridurre la carne. Le carni lavorate e cotte contengono un alto livello di sodio perché sono normalmente stagionate, condite e conservate con il sale. Inoltre, la pelle del pollo e la carne rossa sono ad alto contenuto di grassi saturi. Tutto ciò può portare ad un peggioramento dell’ipertensione e persino a sviluppare una malattia coronarica.

Suggerimento: cerca di ridurre la quantità di carne che consumi, passando invece alle verdure. Se non riesci a resistere, prova a passare a carni più magre e ai frutti di mare in quanto sono meno grassi.

ALITO CATTIVO E ODORE CORPOREO

Sperimentare l’alito cattivo e l’odore del corpo è un segno che il corpo non digerisce correttamente la carne. Se la carne non viene digerita bene, un odore maleodorante ritorna fuori dal sistema digestivo e alla fine si fa strada nella pelle e nel respiro. Se continui ad avere questi problemi spiacevoli, prova ad assumere enzimi digestivi per aiutare a rompere la carne in modo che non si accumuli nell’intestino.

SISTEMA IMMUNITARIO INDEBOLITO

Quando il corpo non digerisce correttamente la carne, ci si potrebbe ammalare più del solito. Il sistema immunitario può essere colpito a causa dello zucchero naturale (chiamato Neu5Gc) trovato nella carne rossa ed è molto difficile da digerire. Questo zucchero è normalmente prodotto da animali carnivori e consente loro di sostenere le alimentazioni a base di carne. I nostri corpi non lo producono ed è per questo che lo trattiamo come una sostanza estranea, che scatena una reazione immunitaria tossica.

Questa reazione può causare molti altri problemi, come il cancro nei casi più gravi.

Suggerimento: cerca di mangiare cibo più nutriente come la quinoa, le noci, le verdure e la frutta. Forniscono antiossidanti, fibre e proteine ​​essenziali. Quindi, se devi mangiare carne, assicurati di bilanciarla con cibi sani, come quelli appena elencati. Non dimenticare di includere un po ‘di esercizio e abbastanza vitamina D per sostenere il sistema immunitario.

NAUSEA

La nausea è un sintomo comune della cattiva digestione della carne in quanto può essere una reazione a determinati batteri presenti in essa. Alcune donne incinte scoprono che mangiare carne li fa sentire estremamente nauseate. Potrebbe anche essere che qualcosa (forse un organo sovraccarico di lavoro) nel tuo corpo stia rifiutando la carne.

Suggerimento: se il passaggio all’insalata non aiuta e si avverte la nausea o si verificano crampi tra le 4 e le 26 ore dopo aver mangiato carne, si dovrebbe consultare immediatamente un medico.

GONFIORE

I prodotti a base di carne sono uno degli alimenti più difficili da digerire per il corpo umano perché le proteine ​​contenute nella carne (in particolare la carne rossa) sono più difficili da abbattere e questo può causare gonfiore. Una digestione impropria della carne può portare all’accumulo di tossine nel corpo.

Suggerimento: invece di optare per una bistecca, punta sul pesce o sul pollo. Questi alimenti sono più facili da digerire. Se smetti di mangiare carne, molto probabilmente ti libererai del gonfiore per sempre.

Seguici anche su News Republic. Scarica l’APP, è gratis:

Commenti