8 cause di mal di testa mattutino

Il mal di testa mattutino è doloroso e fastidioso, soprattutto perché ci si è appena svegliati. Quali sono le cause del mal di testa? Ci sono molti fattori che possono causare emicranie, alcuni  di questi si possono prevenire e altri no.

0

Il mal di testa mattutino è doloroso e fastidioso, soprattutto perché ci si è appena svegliati. Quali sono le cause del mal di testa? Ci sono molti fattori che possono causare emicranie, alcuni  di questi si possono prevenire e altri no.

Ecco 8 cause comuni di mal di testa mattutino e cosa fare per evitarli:

NON DORMIRE A SUFFICIENZA

Il nostro corpo ha bisogno di 7/8 ore di riposo per funzionare bene. Se dormiamo meno il corpo entra in “modalità panico” perché vive negativamente tale situazione. Si produrranno ormoni, che determineranno un aumento della pressione sanguigna e dello stress, generando mal di testa.

Farmaci come Ibuprofene e Naprossene possono aiutare ad alleviare il dolore. Inoltre, fare un pisolino (da 20 a 30 minuti) darà al corpo il riposo necessario.

DORMIRE TROPPO

Se si dorme per più di 9 ore a notte i livelli di serotonina nel cervello si riducono. Bassi livelli di serotonina possono diminuire il flusso di sangue al cervello e, di conseguenza, causare mal di testa. L’Ibuprofene e il Naprossene possono essere d’aiuto in questi casi.

LIVELLI DI ENDORFINA BASSI

Le endorfine (ormone della felicità) nelle prime ore del mattino si presentano a un livello più basso. Tale situazione, in alcune persone, può causare mal di testa. Inoltre, una bassa quantità di endorfine potrebbe influenzare i livelli di altri neurotrasmettitori, quali la serotonina.

Allenarsi al mattino può essere un modo per calmare questo tipo di dolore, poiché l’attività fisica aumenta i livelli di endorfina nel corpo.

BERE ALCOLICI

Bere in quantità eccessive alcolici può essere causa di mal di testa al mattino. Tuttavia, anche poche bevande possono essere sufficienti per disidratare il corpo riducendo la quantità di sangue che raggiunge il cervello con conseguente dolore al cranio.

Il modo migliore per sentirsi meglio è idratarsi di nuovo: bere molta acqua o bevande contenenti un tasso elevato di elettroliti, come Gatorade. Le compresse di vitamina C, disciolte nell’acqua, possono anche aiutare il fegato a eliminare meglio l’alcol.

RUSSARE

Russare di notte può essere indice di un problema di ostruzione delle vie aeree superiori (apnea). Gli episodi di apnea notturna possono durare solo pochi secondi ma riducendo la quantità di ossigeno che raggiunge il cervello, creano terreno fertile per il mal di testa.

È possibile soffrire di apnea del sonno e non esserne a conoscenza. Si consiglia, quindi, di consultare un medico per diagnosticare la presenza o meno di tale patologia.

SMETTERE DI COLPO DI BERE CAFFÈ

La caffeina è una sostanza che stimola il sistema nervoso. Se si beve frequentemente caffè e ci si ferma all’improvviso i vasi sanguigni si espanderanno con un maggior flusso di sangue che raggiungerà il cervello. Questa situazione provoca maggiore pressione che causa del mal di testa.

Si consiglia quindi di ridurre la quantità di caffè gradualmente nel giro di una o due settimane.

DEPRESSIONE

I mal di testa associati alla depressione possono verificarsi in qualsiasi momento della giornata visto che tale condizione è legata a bassi livelli di serotonina. Ma è più probabile che il mal di testa si presenti durante la mattinata, dal momento che la depressione può anche disturbare il sonno. Analgesici comuni possono aiutare a calmare il dolore a breve termine.

Qualora si sospetti di soffrire di depressione è necessario rivolgersi a un medico, che prescriverà la terapia più adatta per superare tale condizione.

PRESSIONE ALTA

Quando si soffre di pressione alta, il  sangue esercita una pressione maggiore sul cervello provocando forti mal di testa. Le persone ipertese spesso non sanno neppure di esserlo perché i sintomi non sempre sono evidenti.

Se i mal di testa sono frequenti e inspiegabili è consigliabile rivolgersi a un medico il quale potrà, qualora la pressione fosse alta, apportare alcuni cambiamenti nello stile di vita: una dieta più sana, l’esercizio fisico o prescrivere una terapia ad hoc.