77enne ucciso dalla Febbre del Nilo dopo morso di zanzara

È successo a Ferrara.

0
zanzara

Un uomo di 77 anni, residente a Cento (Ferrara), è morto a causa del virus West Nile (o Febbre del Nilo).

L’anziano – che già soffriva di problemi cronici cardiorespiratori – è stato punto da una zanzara infetta.

La notizia, pubblicata dalla Nuova Ferrara, ha avuto conferma da parte delle autorità sanitarie.

Il 77enne è stato ricoverato a Cento dopo una caduta avvenuta lo scorso 24 luglio, trasferito l’indomani a Cona dopo il peggioramento delle sue condizioni. La morte è avvenuta dopo 3 giorni di agonia.

A Ferrara è avvenuta la diagnosi della meningoencefalite da West Nile.

La febbre West Nile è una malattia infettiva virale e acuta che viene trasmessa dalle zanzare ai mammiferi (uomo compreso) a loro volta infettate da uccelli selvatici (gazze, piccioni e corvidi) che fanno da serbatoio.

La febbre del Nilo che non è trasmissibile da uomo a uomo ha un’incubazione che varia dai 3 ai 15 giorni dalla puntura della zanzara infetta.

Nella buona parte dei casi la malattia decorre come un’infezione senza sintomi, in altri decorre come una sindrome influenzale e in casi rari può dare origine a una grave forma febbrile, con interessamento del sistema nervoso centrale.

Commenti