7 rimedi naturali per contrastare il colesterolo alto

La medicina alternativa può migliorare alcune condizioni di salute, il colesterolo alto può essere abbassato tramite una serie di alimenti.

  • Il colesterolo alto può essere favorito da molteplici cause, tuttavia alcuni rimedi della medicina alternativa sono stati validati per abbassarne i valori.
  • Di contro, alcuni alimenti potrebbero interferire con alcuni farmaci o comportare effetti collaterali dannosi.
  • Sono 7 i rimedi naturali che sono stati studiati nel tempo.

L’approccio ‘immediato’ per contrastare il colesterolo alto è quello di assumere i farmaci indicati dalla medicina convenzionale, tuttavia, avvicinarsi a trattamenti naturali potrebbe altresì migliorare i valori del colesterolo.

Colesterolo alto e rimedi naturali

I trattamenti alternativi sono sempre più ricercati, l’interesse nel tempo è aumentato. Questo dimostra quanto l’uomo possa trarre beneficio dagli elementi esistenti in natura per rimediare a delle condizioni clinicamente anche rilevanti.

Molte persone hanno sperimentato con successo anche integratori e rimedi naturali per abbassare i livelli del colesterolo.

Un’avvertenza dovuta: prima di assumere terapie alternative confrontati con il tuo medico perché alcune potrebbero interferire con alcuni farmaci o avere effetti collaterali dannosi.

1. L’astragalo

L’astragalo è un’erba usata per sostenere il sistema immunitario nella medicina tradizionale cinese. Ha proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. È considerato un “adattogeno”. Ciò significa che si ritiene che protegga il corpo da vari stress.
Ma gli studi sono ancora limitati per confermare la sua efficacia nell’abbassare i livelli del colesterolo.

2. Il biancospino

Il biancospino è un arbusto o un piccolo albero molto ramificato, contorto e spinoso, è utile per la ‘cura del cuore’. Le sue bacche, foglie e fiori sono stati usati per problemi cardiaci sin dall’Impero Romano.
Il rischio da considerare riguarda le sue interazioni negative con molti farmaci e altre erbe.

3. I semi di lino

Il seme di lino proviene dalla pianta del lino. Sia i semi di lino che l’olio di semi di lino contengono alti livelli di acido alfa-linolenico (ALA). Questo è un grasso essenziale che può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache.

Alcuni studi suggeriscono che i preparati a base di semi di lino possono aiutare a ridurre il colesterolo, in particolare tra le persone con livelli elevati di colesterolo e le donne in post-menopausa.

4. Integratori di olio di pesce con acidi grassi omega-3

Gli acidi grassi omega-3 si trovano anche nel pesce e negli oli di pesce. Salmone, tonno, trota di lago, aringhe, sardine e altri pesci grassi sono fonti particolarmente ricche.

Gli esperti credono da tempo che gli acidi grassi omega-3 nel pesce aiutino a ridurre il rischio di contrarre malattie cardiache. Altri nutrienti nel pesce, o una combinazione di questi nutrienti e acidi grassi omega-3, possono aiutare a proteggere il tuo cuore. Mangiare una o due porzioni di pesce grasso alla settimana può ridurre le possibilità di avere un attacco di cuore.

5. Riso rosso fermentato

Anche questo alimento rientra nella medicina tradizionale cinese. Alcuni prodotti di riso rosso fermentato contengono quantità sostanziali di monacolina K. Questa sostanza è chimicamente identica al principio attivo del farmaco che riduce il colesterolo, la lovastatina.

6. Steroli vegetali e integratori di stanolo

Gli steroli e gli stanoli vegetali sono sostanze presenti in molti frutti, verdure, noci, semi, cereali e altre piante. Alcuni alimenti trasformati sono anche fortificati con steroli vegetali o stanoli, come margarina fortificata, succo d’arancia o prodotti a base di yogurt.

Gli steroli vegetali e gli stanoli possono aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache. Aiutano a prevenire l’assorbimento del colesterolo nell’intestino tenue, in questo modo, può abbassare i livelli di colesterolo LDL (cattivo) nel sangue.

7. L’Aglio

L’aglio è un bulbo commestibile che è stato utilizzato come ingrediente di cucina e medicinale per migliaia di anni. Può essere consumato crudo o cotto. È disponibile anche in forma di integratore, in capsule o compresse.

Alcune ricerche suggeriscono che l’aglio può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna, ridurre i livelli di colesterolo nel sangue e rallentare il progresso dell’aterosclerosi.