31enne ha rischiato di morire dopo avere utilizzato un cotton fioc

Il caso, che fa riflettere, è stato pubblicato sulla rivista BMJ Case Reports.

0
cotton-fioc

Secondo un articolo pubblicato su BMJ Case Reports, un uomo britannico di 31 anni ha contratto una rara infezione perché un pezzo di cotone è rimasto bloccato nel suo condotto uditivo per 5 anni.

Si tratta di una notizia che conferma il potenziale pericolo rappresentato dai cotton fioc per la salute (oltre che per l’inquinamento ambientale).

Come si apprende da Maxiscience.com, quando il 31enne è stato portato al pronto soccorso del Coventry University Hospital, in Inghilterra, soffriva di convulsioni, mal di testa, nausea e un liquido usciva dall’orecchio sinistro. Ispezionando la sua cartella clinica, i medici hanno scoperto che il paziente soffriva di dolore intermittente nell’orecchio sinistro da 5 anni e che anche la sua capacità uditiva era diminuita.

Il medico curante dell’uomo riteneva che l’uomo soffrisse di un infiammazione all’orecchio e, perciò, gli aveva prescritto degli antibiotici.

Secondo il Daily Mail, il trentenne aveva anche difficoltà a ricordare i nomi dei suoi parenti e ha vomitato qualche giorno prima delle convulsioni.

Il paziente non aveva la febbre ma il suo deficit cognitivo era abbastanza grave da allertare i medici che, dopo alcuni test, hanno scoperto la causa di quel malessere.

Ora, per evitare la meningite cerebrale che può essere fatale, i medici hanno prescrittodegli antibiotici e hanno sottoposto il paziente a una scansione con cui si è rivelata la presenza di due ascessi situati nel cranio. Il 31enne, di consequenza, è stato sottoposto a un’anestesia generale in modo tale da potere esaminare al meglio il suo condotto uditivo.

Come riportato nel referto medico, quest’ultimo era «infiammato e pieno di residui» di un tampone di cotone. La presenza di questo corpo estraneo ha spiegato, quindi, l’infezione conseguente che si è poi diffusa all’osso cranico e ha successivamente raggiunto le meningi.

I medici hanno, quindi, diagnosticato una «otite esterna necrotizzante».

Solitamente causata da un batterio, questo tipo di infezione colpisce il condotto uditivo, l’osso più vicino e in questo caso i tessuti situati all’interno del cranio ma non influisce sul cervello.

I dottori che hanno esaminato il paziente britannico hanno sottolineato nel che un pezzo di cotone conficcato nell’orecchio «è una causa comune di infezione e di lesioni ma questa infezione non era mai stata osservata prima».

Dopo aver rimosso il pezzo di cotone, i medici hanno optato per un trattamento antibiotico per via endovenosa per una settimana e un altro per altre 8 settimane dopo le dimissioni dall’ospedale.

Il trentunenne britannico è completamente guarito in 10 settimane.