12enne africana liberata da un grosso tumore che la stava uccidendo

Una ragazza di 12 anni è tornata finalmente a sorridere e a mangiare correttamente dopo che i chirurghi hanno rimosso il tumore dalle dimensioni di un palla di calcio che le sovrastava la faccia e la stava soffocando.

0

Una ragazza di 12 anni è tornata finalmente a sorridere e a mangiare correttamente dopo che i chirurghi hanno rimosso il tumore dalle dimensioni di un palla di calcio che le sovrastava la faccia e la stava soffocando. Non le succedeva da cinque anni.

A Kaltoumi le erano stati stimati solo tre mesi di vita perché la massa le rendeva difficile mangiare e lentamente le stava togliendo il respiro.

La bimba fortunatamente è stata salvata dai medici a bordo dell’Africa Mercy, una nave ospedale che fornisce assistenza ai Paesi del Terzo Mondo, attraccata in Camerun per eseguire l’intervento chirurgico.

Il dott. Gary Parker, capo ufficiale medico dell’ente benefico, ha spiegato che Kaltoumi, a causa della mancanza di accesso alle cure di cui aveva bisogno, si è ritrovata con un tumore enorme che minacciava la sua vita.

Il governo camerunese ha portato Kaltoumi al porto in cui la nave è attraccata e il team chirurgico ha lavorato instancabilmente – con precisione – per rimuovere il tumore.

Il giorno dopo Kaltoumi ha visto la sua nuova faccia allo specchio.

La strada per la guarigione è stata lunga e lei è tornata sulla nave diversi mesi dopo per stringere la pelle dove si trovava il tumore.

Kaltoumi sogna di tornare a scuola e di finire la sua istruzione. Vuole anche espandere la fattoria della sua famiglia e aiutare a vendere i prodotti nel mercato locale.

Il suo più grande sogno è quello di poter un giorno sposarsi e di avere una famiglia tutta sua, un futuro che sente possibile, senza il peso di un tumore potenzialmente letale.

Commenti