11enne finisce in ospedale per una matita conficcata in gola

Il caso di una 11enne canadese finita in ospedale dopo un terribile incidente a scuola.

0
matita conficcata

Una giovane studentessa è stata ricoverata in un ospedale e sottoposta a un intervento chirurgico urgente dopo essere inciampata e atterrata su una matita affilata che si è conficcata nell’arteria carotide comune sinistra (che fornisce sangue al cervello, al collo e al viso).

L’11enne stava giocando durante la ricreazione a scuola quando è scivolata ed è caduta sulla matita.

La giovane inizialmente è stata condotta in un centro sanitario regionale prima di essere trasferita con urgenza in ambulanza in un ospedale per bambini di Toronto, in Ontario (Canada), con la matita ancora conficcata. Il caso è stato descritto su BMJ Case Report.

Non sono state riscontrate emorragie provenienti dalla ferita e i suoi segni vitali erano normali.

I medici hanno ordinato un angiogramma CT del collo per capire cosa stava succedendo e hanno scoperto che la matita si era poggiata nell’arteria carotide comune sinistra, causando un’ostruzione completa.

La bambina è stata, quindi, portata in sala operatoria così da permettere ai chirurghi di indagare sulla ferita. Una volta all’interno, i chirurghi hanno identificato e contrassegnato l’arteria usando i cicli vascolari.

Dopo che è stata somministrata alla piccola paziente una dose di eparina (un anticoagulante) i medici le hanno bloccato le arterie e rimosso la matita prima di chiudere la ferita.

L’11enne si è ripresa bene in ospedale ed è stata rimandata a casa pochi giorni dopo con la prescrizione di una cura a base di antidolorifici per alleviare il dolore.

Tre anni dopo l’incidente, le ecografie della bambina non hanno mostrato più alcuna anomalia così da essere dichiarata permettamente in salute.

Queste lesioni possono causare danni alle vie respiratorie, ai sistemi digestivi e neurovascolari“, hanno scritto gli autorii dell’articolo su BMJ Case Reports. “Mentre le lesioni al collo penetranti nei bambini sono più rare rispetto agli adulti, possono essere più devastanti a causa della loro anatomia più piccola“.

Commenti