Embolia polmonare: cos’è, sintomi, fattori di rischio e prevenzione

L'embolia polmonare è una condizione pericolosa in cui un'arteria nei polmoni viene bloccata. Ecco cos'è importante sapere.

0
2886

I coaguli di sangue possono formarsi in qualsiasi vaso sanguigno del corpo. Possono rimanere dove si sono formati (trombi) o possono staccarsi e viaggiare verso un’altra parte del corpo o organo e creare un blocco. Quando questo coagulo di sangue arriva ai polmoni causa l’embolia polmonare.

COS’È L’EMBOLIA POLMONARE

L’embolia polmonare è una condizione pericolosa in cui un’arteria nei polmoni viene bloccata. La causa più comune del blocco è un coagulo di sangue che si forma in una vena profonda della gamba o di un’altra parte del corpo (trombosi venosa profonda). Il coagulo ‘viaggia’ verso i polmoni e alloggia in un’arteria. A volte, una bolla d’aria, una parte di un tumore o il grasso del midollo osseo che deriva da un osso rotto possono bloccare un’arteria nei polmoni.

L’embolia polmonare prende la vita di circa un terzo di coloro che ne sono affetti. Questo è il motivo per cui è importante imparare a riconoscere i sintomi dell’embolia polmonare per ottenere soccorso il più presto possibile, per ricevere un trattamento tempestivo, per ridurre il rischio di complicanze e per migliorare le possibilità di sopravvivenza.

I SINTOMI DELL’EMBOLIA POLMONARE

  • mancanza di respiro, che di solito si manifesta improvvisamente, ma può anche svilupparsi gradualmente;
  • dolore al petto: un dolore acuto che è presente quando siamo a riposo e peggiora quando inspiriamo, tossiamo o svolgiamo determinate attività;
  • tosse: nella maggior parte dei casi è secca ma possiamo anche tossire sangue o muco sanguinante;
  • sensazione di svenimento, vertigini e perdita di coscienza.

Altri sintomi:

  • battito cardiaco accelerato;
  • battito cardiaco irregolare (aritmia);
  • aumento della sudorazione;
  • pelle bluastra o scolorita (cianosi);
  • febbre;
  • gonfiore delle gambe, specialmente sotto il ginocchio.

FATTORI DI RISCHIO

Alcuni fattori possono rendere più probabile lo sviluppo di un’embolia polmonare:

  • trombosi venosa profonda;
  • il cancro e trattamenti contro il cancro;
  • un intervento chirurgico;
  • fratture del bacino o delle ossa delle gambe;
  • riposo a letto prolungato;
  • non essere in grado di spostarsi durante un lungo viaggio;
  • essere in sovrappeso o obesi;
  • pressione sanguigna alta;
  • terapia sostitutiva con estrogeni o testosterone;
    gravidanza e parto.
  • alcuni disturbi ereditari della coagulazione, come il Fattore V di Leiden.

PREVENZIONE

Ci sono alcune cose che si possono fare per ridurre il rischio di coaguli di sangue e di embolia polmonare:

  • fare scelte di vita più sane, come smettere di fumare e seguire un’alimentazione bilanciata ricca di frutta e verdura;
  • rimanere il più attivi possibile;
  • assunzione di anticoagulanti come prescritto dal medico;
  • muovere e massaggiare la parte inferiore delle gambe se dobbiamo stare seduti molto durante un lungo viaggio.

Commenti