Zinco gluconato: a cosa serve, proprietà e dosaggio. In quali integratori assumerlo?

Il gluconato di zinco è un integratore minerale che fornisce all’organismo zinco. Viene utilizzato per vari scopi, tra cui il rafforzamento delle difese immunitarie, il mantenimento della salute della vista e la prevenzione della degenerazione maculare senile.

Il gluconato di zinco viene talvolta assunto anche per migliorare la guarigione delle ferite e ridurre la durata di raffreddori e altre infezioni.

Dosaggio dello zinco gluconato: quanto è necessario assumerne?

La dose giornaliera raccomandata (RDA) di zinco è di 11 mg per gli uomini adulti e di 8 mg per le donne adulte.

Tuttavia, alcune persone possono aver bisogno di più o meno zinco a seconda dell’età, dello stato di salute e della dieta. Ad esempio, le donne in gravidanza e quelle che allattano hanno bisogno di più zinco rispetto alla popolazione generale.

Come assumere lo zinco

Gli integratori di zinco sono disponibili in varie forme, tra cui compresse, capsule e liquidi,  e sono in genere assunti per via orale. Alcuni integratori di zinco sono disponibili anche in forma topica, come creme e unguenti, che possono essere applicati sulla pelle.

Quando si assumono integratori di zinco gluconato, è importante seguire attentamente le indicazioni riportate sull’etichetta della confezione. In caso di domande sulla quantità di zinco da assumere o sulle modalità di assunzione, rivolgersi a un medico.

Integratori per la menopausa con lo zinco gluconato

Lo zinco gluconato è spesso incluso negli integratori commercializzati per le donne in menopausa. Questo perché lo zinco svolge un ruolo nella produzione e regolazione degli ormoni e le donne in menopausa possono essere a rischio di carenza di zinco.

Ecco alcuni integratori efficaci per la menopausa che contengono gluconato di zinco:

  • FitoFenix
  • Multivitaminico per la menopausa di Vitabrid
  • Integratore di supporto alla menopausa di Nature’s Bounty
  • Estroven Complete Multi-Symptom Menopause Relief Supplement (Integratore completo per il sollievo della menopausa)

Proprietà dello zinco gluconato

Lo zinco gluconato è un sale di zinco molto diffuso negli integratori perché è facilmente assorbito dall’organismo. Oltre a essere una buona fonte di zinco, lo zinco gluconato ha anche proprietà antiossidanti e può contribuire a proteggere le cellule dai danni.

Benefici dello zinco gluconato

Gli integratori di gluconato di zinco vengono spesso assunti per migliorare la funzione immunitaria. Lo zinco è essenziale per il corretto sviluppo e funzionamento delle cellule immunitarie e la carenza di zinco è stata collegata a un maggiore rischio di infezioni.

Oltre a rafforzare l’immunità, il gluconato di zinco può anche contribuire a proteggere dalla degenerazione maculare senile, una condizione che porta alla perdita della vista.

Alcuni studi hanno rilevato che l’assunzione di integratori di zinco può contribuire a rallentare la progressione della degenerazione maculare e a migliorare la vista nelle persone ad alto rischio di questa malattia.

Lo zinco gluconato può anche essere efficace nel ridurre la durata di raffreddori e altre infezioni. Da una revisione degli studi è emerso che l’assunzione di integratori di zinco ha ridotto la durata dei sintomi del raffreddore di una media del 33%.

Effetti collaterali e precauzioni

L’integrazione di zinco è generalmente considerata sicura se assunta secondo le indicazioni. Tuttavia, una quantità eccessiva di zinco può causare effetti collaterali, come nausea, vomito, diarrea, mal di testa e vertigini.

In alcuni casi, un’assunzione eccessiva di zinco può portare a una carenza di rame.Lo zinco deve essere usato con cautela nelle persone affette da malattie renali o dal morbo di Wilson.

Gli integratori di zinco dovrebbero essere evitati anche nei soggetti a rischio di tossicità da zinco, come le persone affette da anemia o da malattia a cellule falciformi.

Zinco gluconato vs. zinco picolinato: qual è la differenza?

Lo zinco gluconato e lo zinco picolinato sono due forme di integrazione dello zinco. Entrambe le forme sono ben assorbite dall’organismo e sono efficaci per aumentare i livelli di zinco. Tuttavia, non ci sono prove che indichino che una forma sia migliore dell’altra.

Quando si sceglie un integratore di zinco, è importante selezionare un prodotto che contenga una forma di zinco che si possa tollerare. Alcune persone possono accusare disturbi di stomaco o nausea quando assumono zinco picolinato, quindi lo zinco gluconato può essere un’opzione migliore per loro.

Zinco gluconato e acne? Cosa c’è di vero?

Alcune prove suggeriscono che il gluconato di zinco può contribuire a migliorare l’acne. Uno studio ha rilevato che un gel topico contenente gluconato di zinco era efficace nel ridurre il numero di brufoli nelle persone affette da acne.

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questi risultati. L’integrazione di zinco è generalmente considerata sicura, quindi può valere la pena di provarla se si soffre di acne.

Che cosa sono gli integratori alimentari e perché possono essere utili?

Gli integratori alimentari sono prodotti che contengono sostanze nutritive, come vitamine, minerali ed erbe. Possono essere assunti per migliorare la salute o alleviare i sintomi.

Molte persone assumono integratori alimentari per assicurarsi di assumere una quantità sufficiente di sostanze nutritive. Ciò è particolarmente importante per le persone che hanno difficoltà ad assumere tutti i nutrienti necessari con la dieta, come i vegani o i vegetariani.

Gli integratori alimentari possono essere utili anche per le persone con condizioni mediche specifiche. Ad esempio, gli integratori di ferro possono essere consigliati alle persone affette da anemia, mentre gli integratori di calcio possono essere consigliati alle persone a rischio di osteoporosi.

Perchè è importante mantenere una buona dieta con l’assunzione di integratori

È importante mantenere una buona alimentazione perché fornisce all’organismo i nutrienti di cui ha bisogno per funzionare correttamente.

Gli integratori alimentari possono aiutare le persone a ottenere i nutrienti di cui hanno bisogno, soprattutto quando non possono ottenerli dalla dieta. Ad esempio, i vegani e i vegetariani possono avere bisogno di assumere integratori di vitamina B12, poiché questa vitamina si trova principalmente nei prodotti di origine animale.

Anche le persone con condizioni mediche specifiche possono avere bisogno di assumere integratori alimentari. Per esempio, gli integratori di ferro possono essere raccomandati per le persone affette da anemia, mentre gli integratori di calcio possono essere raccomandati per le persone a rischio di osteoporosi.

Gli integratori sono adatti ai vegani?

Sono disponibili molti integratori vegani in grado di fornire i nutrienti necessari ai vegani.

Alcuni integratori vegani comuni includono la vitamina B12, il calcio, il ferro e gli acidi grassi Omega-3. Gli integratori vegani sono disponibili in diverse forme, come compresse, capsule, polveri e liquidi.

È importante scegliere un integratore adatto alle proprie esigenze individuali. Rivolgetevi a un professionista della salute se non siete sicuri di quale sia l’integratore più adatto a voi.