Le Ghiandole Anali nei Cani: Funzioni, Problemi e Prevenzione

I cani sono spesso definiti il migliore amico dell’uomo e in molti Paesi del mondo sono tra gli animali domestici più diffusi. In Italia, ci sono più di 8,5 milioni di cani. Questi fedeli compagni non portano solo calore e affetto nelle nostre vite, ma possono anche presentare una serie di problemi di salute. Tra i problemi più comuni che possono affliggere i nostri amici a quattro zampe ci sono allergie, infezioni, problemi dentali e complicazioni legate alle ghiandole anali.

Cane
Cane

Ghiandole Anali nei Cani: Funzioni e Problemi Comuni

Le ghiandole anali nei cani si trovano a sinistra e a destra nella parte inferiore dell’ano. Queste ghiandole producono una secrezione oleosa e maleodorante che serve ai cani per marcare il territorio e comunicare con altri cani. Durante la defecazione, un cane sano rilascia una piccola quantità di questa secrezione, che contiene informazioni su età, sesso e stato d’animo del cane. Questo permette ai cani di ottenere molte informazioni semplicemente annusando le feci di un altro cane.

Tuttavia, può succedere che le ghiandole anali, o i sacchi anali in cui si accumula la secrezione, si ostruiscono. Questo impedisce loro di svuotarsi correttamente e può portare a infiammazioni. Quando le ghiandole anali si ostruiscono, continuano a produrre secrezione che si accumula nei sacchi anali, diventando densa e causando l’ostruzione. Questo può provocare disagio e potenziali complicazioni per il cane. In alcuni casi, l’uso di una pomata per ghiandole perianali cane può aiutare a lenire l’infiammazione e favorire il recupero.

Cause e Conseguenze dei Sacchi Anali Ostruiti

Per svuotare i sacchi anali del tuo cane è importante che le feci siano solide. Una delle principali cause di ostruzione è la diarrea. Quando le ghiandole continuano a produrre secrezione ma i sacchi non si svuotano, questi si dilatano e la secrezione diventa densa, portando alla possibile infiammazione delle ghiandole.

Le cause comuni includono:

Alimentazione Inadeguata: Una dieta sbilanciata può causare feci troppo morbide, impedendo il naturale svuotamento delle ghiandole.

Età: I cani più anziani tendono ad avere più problemi con le ghiandole anali.

Sovrappeso: I cani in sovrappeso hanno un rischio maggiore di sviluppare problemi alle ghiandole anali.

Sintomi di Problemi alle Ghiandole Anali

I sintomi di ostruzione o infiammazione delle ghiandole anali nei cani possono manifestarsi in vari modi. Un segno comune è lo strusciamento del posteriore a terra, un comportamento che il cane adotta per cercare di svuotare le ghiandole. Inoltre, il cane potrebbe leccarsi frequentemente l’area anale per il disagio o prurito. Gonfiore o arrossamento nella zona anale possono indicare un’infiammazione in corso. Un cattivo odore pungente è un altro segnale che le ghiandole potrebbero essere piene. Infine, il cane può avere difficoltà nella defecazione.

In caso di infiammazione, il cane potrebbe evitare di sedersi a causa del dolore e, in alcuni casi, può sviluppare febbre. Nei casi più gravi, i sacchi anali possono scoppiare, causando ferite purulente.

Trattamento e Diagnosi dal Veterinario

Se sospetti che il tuo cane abbia ghiandole anali ostrute o infiammate, è fondamentale portarlo dal veterinario. Il veterinario può svuotare manualmente i sacchi anali e decidere ulteriori trattamenti, come lavaggi con farmaci o antibiotici. In caso di infiammazioni croniche o formazione di ascessi, potrebbe essere necessaria una chirurgia.

Prevenzione dei Problemi alle Ghiandole Anali nei Cani

Per prevenire problemi alle ghiandole anali nei cani, è fondamentale seguire alcune pratiche di cura e alimentazione. Una dieta equilibrata e ricca di fibre è essenziale per mantenere le feci solide, il che aiuta a svuotare naturalmente le ghiandole durante la defecazione. Controllare il peso del cane è altrettanto importante, poiché i cani sovrappeso hanno un rischio maggiore di sviluppare problemi alle ghiandole anali. L’esercizio regolare stimola il movimento intestinale e favorisce il naturale svuotamento delle ghiandole. Inoltre, mantenere una buona igiene, specialmente nella zona anale, è cruciale, soprattutto per i cani a pelo lungo.

Ecco alcuni consigli pratici per la prevenzione:

Evitare oli aggiunti e cibo secco ammollato, poiché possono rendere le feci più morbide.

Fornire un’alimentazione ricca di fibre per mantenere le feci solide e facilitare lo svuotamento naturale delle ghiandole.

Monitorare il peso del cane e garantire esercizio fisico regolare per mantenere il cane in salute e ridurre il rischio di problemi alle ghiandole anali.

Conclusione

Le ghiandole anali nei cani svolgono una funzione essenziale per marcare il territorio e comunicare con altri cani. Tuttavia, possono presentare problemi come ostruzioni e infiammazioni. I sintomi includono strusciamento del posteriore, leccamento frequente, gonfiore, cattivo odore e difficoltà nella defecazione. È importante una dieta equilibrata, esercizio regolare e buona igiene per prevenire questi problemi. In caso di ghiandole anali ostrute o infiammate, un intervento tempestivo dal veterinario può prevenire complicazioni più gravi.

Articoli correlati