Beve acqua di cocco e ha diarrea e vomito per giorni. Il motivo è scioccante

Una donna statunitense, mamma di due bambini, sostiene di aver sofferto di nausea e diarrea per diversi giorni dopo aver trovato una strana creatura all'interno della sua acqua di cocco.

0

Una donna statunitense, mamma di due bambini, sostiene di aver sofferto di nausea e diarrea per diversi giorni dopo aver trovato una strana creatura all’interno della sua acqua di cocco.

Barbara Kline, di Goshen, New York, ha pubblicato una foto su Facebook dove si nota un ‘oggetto misterioso’ che ha descritto come una “piovra” dopo aver bevuto quasi tutta la sua acqua di cocco pura preferita, prodotto dalla Vita Coco.

La donna ha raccontato di avere vomitato per giorni e di avere patito gli effetti di una brutta diarrea per più di una settimana dopo aver bevuto l’acqua di cocco.

Barbara Kline, che lavora in campo medico, a un giornale locale, ha detto: “Solo a parlarne mi viene la nausea“.

Mi è stato detto che sembra un topo, un calamaro, un mucchio di cose, ed è per questo che vorrei che qualcuno scoprisse la sua origine“, ha raccontato la donna statunitense.

E ha aggiunto: “Tutto quello che voglio è che qualcuno lo veda e capisca che quello che ho passato non è giusto. Capisco che i prodotti si ammuffiscano ma questo è troppo per me“.

Kline ha ammesso che l’acqua di cocco è stata la sua bevanda preferita prima di questo incidente.

La donna ha pubblicato l’immagine della ‘cosa’ su Facebook, generando oltre 40mila condivisioni.

Barbara Kline ha dichiarato che la bevanda sarebbe scaduta il mese di luglio successivo alla scoperta – avvenuta nell’aprile 2017 –  e che l’aveva conservata nel frigorifero prima di berla.

Ha raccontato: “Ho tirato fuori la bevanda. L’ho aperta, ho messo una cannuccia e poi ho cominciato a bere. Solo quando ho inghiottito uno di quei cespi mi sono resa conto che aveva un sapore terribile e ho cominciato a vomitare. La diarrea si è fermata venerdì scorso“.

Ho immediatamente scaricato tutta l’acqua dal contenitore – ha proseguito – e ho scosso la confezione perché ho sentito qualcosa che rimbalzava al suo interno. L’ho aperta con un coltello e ho scoperto quella cosa dall’aspetto di un polpo. Ce ne sono stati quattro tutti insieme, forse cinque e ne ho inghiottito uno“.

La donna si è recata dal suo medico e ha chiesto un esame del sangue per prevenire eventuali effetti indesiderati a quanto le è successo.

La statunitense ha anche inviato un campione dell’oggetto misterioso , insieme agli appunti del medico, all’azienda produttrice, nella speranza di scoprire che cosa fosse effettivamente quella cosa.

Un portavoce dell’azienda, la Vita Coco, ha risposto così:

Siamo entrati in contatto con il consumatore, Barbara Kline, più volte dal 26 aprile 2017. Prendiamo molto sul serio tutte le richieste dei consumatori e le questioni relative alla qualità dei prodotti. Abbiamo chiesto alla signora Kline informazioni sul prodotto in modo da poter segnalare il problema al controllo qualità e approfondirlo ulteriormente ma le abbiamo ricevute solo venerdì 5 maggio 2017. Allo stato attuale, stiamo esaminando attentamente la richiesta della signora Kilne in modo che possiamo aiutarla nel miglior modo possibile. Vita Coco impiega i più alti standard di sicurezza alimentare in tutti i suoi impianti di produzione e le nostre bevande sono testate sulla qualità e sulla sicurezza alimentare, nonché da uno specialista di controllo della qualità esterno, prima di essere distribuite. Tuttavia, poiché le bevande Vita Coco non contengono conservanti, in rare occasioni possono verificarsi alterazioni casuali“.

Commenti