Sintomi della menopausa anche a 70 e 80 anni? Cosa dice uno studio

I sintomi della menopausa non riguardano più solo le donne di mezza età, secondo un nuovo studio della Mayo Clinic pubblicato questo mese sul Journal of the North American Menopause Society.

0
821
Menopausa

I sintomi della menopausa non riguardano più solo le donne di mezza età, secondo un nuovo studio della Mayo Clinic pubblicato questo mese sul Journal of the North American Menopause Society.

Lo studio ha raccolto dati da circa 5.000 donne. Quando è stato chiesto se queste hanno avuto sintomi comunemente associati alla menopausa, come vampate di calore e sudorazioni notturne (sintomi vasomotori), una percentuale significativa ha riferito di averli ben oltre i 60, 70 e 80 anni.

Il numero di donne nello studio che ha segnalato e ricercato la gestione dei sintomi fa luce su quello che potrebbe essere un bisogno medico insoddisfatto per le donne di età superiore ai 60 anni“, afferma Paru David, specialista della menopausa presso la Mayo Clinic in Arizona, autrice dello studio.

Con una maggiore consapevolezza, i medici possono identificare questi sintomi dolorosi e rivedere le opzioni di trattamento con le donne, il che può portare a una migliore qualità della vita“.

Le donne di età superiore ai 60 anni che presentavano sintomi vasomotori da moderati a gravi (vampate di calore), secondo lo studio, hanno più probabilità di essere sposate o in una relazione impegnata e meno probabilità di auto-riportare la propria salute come eccellente.

Coloro che hanno avuto un’esperienza di menopausa chirurgica o menopausa indotta hanno anche più probabilità di riportare sintomi vasomotori oltre i 60 anni. La caffeina, inoltre, sembra aumentare la probabilità di sintomi vasomotori nelle donne di età superiore ai 70 anni.

Lo studio ha anche rilevato che le donne che usano la terapia ormonale, riporta Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, hanno meno probabilità di segnalare vampate di calore da moderata a grave e sudorazioni notturne (e i ricercatori se l’aspettavano).

Di conseguenza, la Northern Menopause Society, la Endocrine Society e l’American College of Obstetricians and Gynecologists sconsigliano la sospensione arbitraria della terapia ormonale in menopausa basata solo sull’età. Le donne dovrebbero discutere della durata della terapia ormonale con i medici così da valutare rischi e benefici individualizzati per prendere decisioni terapeutiche.

Le donne tra i 60, i 70 e gli 80 anni con i sintomi della menopausa dovrebbero parlare con un medico per identificare un piano di trattamento – e di sollievo – che possa migliorare la qualità della vita“, ha affermato Juliana Kling, specialista della menopausa alla Mayo Clinic Arizona, co-autrice dello studio.

Commenti