Sepsi: sintomi, fattori di rischio e prevenzione

La sepsi può essere descritta come la reazione estrema del corpo a un'infezione. Senza un trattamento tempestivo, questa condizione può degenerare in shock settico, che è potenzialmente letale.

0
757
sostegno-medico

La sepsi può essere descritta come la reazione estrema del corpo a un’infezione. Senza un trattamento tempestivo, la sepsi può degenerare in shock settico, che è potenzialmente letale.

La sepsi può derivare da un’infezione in corso. Le infezioni più comuni che possono causare la sepsi comprendono appendicite, infezioni renali, polmonite e infezioni della pelle o dei tessuti molli.

Per essere in grado di riconoscere la sepsi e ottenere il trattamento salva-vita in tempo, è necessario conoscere i segni e i sintomi di questa pericolosa condizione.

FEBBRE

Quando il tuo corpo sta combattendo un’infezione, la tua temperatura corporea aumenta per uccidere i germi. Quando si sviluppa la sepsi, si verifica un aumento della temperatura corporea.

TEMPERATURA CORPOREA BASSA

La febbre è un sintomo più comune ma una diminuzione della temperatura corporea si può verificare anche nelle persone con sepsi. Una diminuzione della temperatura corporea può essere un segno di un caso più grave di sepsi.

PELLE FREDDA E PALLIDA

Quando si sviluppa la sepsi, il corpo invia più sangue agli organi vitali (come cuore, cervello e reni) per mantenerli in funzione e il flusso di sangue verso altri organi e parti del corpo si riduce. Quindi, ne può conseguire pelle fredda, pallida o chiazzata.

POCA URINA

La sepsi può causare la disidratazione e ciò porta a urinare meno spesso e a produrre meno urina.

AUMENTO DELLA FREQUENZA CARDIACA

Se hai un’infezione e il tuo cuore batte così velocemente come se stesse per saltare fuori dal tuo petto, può essere un segno di sepsi. Se hai la sepsi, il tuo cuore deve lavorare molto duramente per consegnare il sangue ai tessuti e agli organi danneggiati. Una frequenza cardiaca superiore a 90 battiti al minuto è sintomo di problemi.

MANCANZA DI RESPIRO

La sepsi porta a non avere fiato, con più di 20 respiri al minuto. Man mano che l’infezione peggiora, il corpo comincia ad aver bisogno di più ossigeno, così il ritmo respiratorio diventa più veloce.

STATO DI COSCIENZA ALTERATO

Confusione, disorientamento, riduzione della vigilanza e sensazione di vertigini o stordimento sono sintomi che possono comparire in coloro che sono affetti da sepsi. Questi sintomi peggiorano (e di molto) quando una persona va in shock settico. Possibile anche la perdita di coscienza.

DOLORE E DEBOLEZZA

Quando si sviluppa la sepsi, si può avvertire dolore all’area colpita dall’infezione e / o in tutto il corpo. La debolezza muscolare può anche essere un segno di sepsi.

FATTORI DI RISCHIO

Chiunque abbia un’infezione in corso può sviluppare la sepsi ma alcuni gruppi di persone hanno un rischio più elevato:

  • neonati;
  • anziani (oltre i 65 anni)
  • pazienti in terapia intensiva;
  • persone il cui sistema immunitario è indebolito, come quelli con HIV / AIDS o chi è sottoposto a chemioterapia;
  • persone con condizioni di salute croniche, come il diabete o le malattie renali.

PREVENZIONE

La sepsi non è sempre prevenibile ma si possono prendere dei provvedimenti per ridurre il rischio di svilupparla, evitando le infezioni e trattandole in tempo:

  • se hai segni di infezione e non migliora, chiedi un trattamento tempestivo;
  • chiedi al tuo medico se hai bisogno di vaccini;
  • in caso di taglio o di altro infortunio che ha danneggiato la pelle, mantenere la ferita pulita e monitorarla per scoprire eventuali segni di infezione.
  • lavarsi le mani regolarmente e non toccare il viso con le mani non lavate.

La sepsi è una condizione grave e pericolosa per la vita. Se si riconoscono i sintomi, richiedere assistenza medica di emergenza.

Commenti