Come si riconosce un ictus? I segni e i sintomi da non trascurare

0
3704
ictus

Ogni anno, come si legge sul sito della SIIA (Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa), l’ictus colpisce in Italia circa 200.000 persone, di cui l’80% sono nuovi episodi e il 20% recidive.

Nel nostro Paese, inoltre, l’ictus è la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie e rappresenta la principale causa d’invalidità.

E ancora, in Italia, il numero di soggetti che hanno avuto un ictus e sono sopravvissuti è pari a circa 913.000.

Da qui l’importanza di riconoscere presto i sintomi dell’ictus in modo tale da chiamare i soccorsi e scongiurare complicanze gravi.

Innanzitutto, però, è giusto ricordare che l’ictus avviene quando a una zona del cervello non arriva più il sangue.

I sintomi, pertanto, dipendono dall’area del cervello coinvolta dalla mancanza di sangue e da quanta parte del tessuto cerebrale è privo di flusso sanguigno.

Ad esempio, in caso di ictus lieve, si può avvertire una debolezza temporanea a un braccio o a una gamba. In caso, invece, di ictus grave può accadere la paralisi permanente di un lato del corpo o l’incapacità a parlare.

Di conseguenza, se non si ripristina immediatamente il flusso di sangue al cervello, i danni possono essere permanenti.

Per attacco ischemico transitorio, inoltre, si intende una sorta di mini ictus: stessi sintomi ma vanno via da soli.

Chiarito ciò, ci sono quattro modi per capire se siamo di fronte a un caso di ictus.

  1. Chiedere alla persona di sorridere e vedere se un lato del volto s’intorpidisce e se il sorriso è irregolare;
  2. Chiedere alla persona di sollevare entrambe le braccia. C’è debolezza o intorpidimento in uno dei due arti? Un braccio che scivola verso il basso è un segno di debolezza;
  3. Difficoltà a parlare. Chi ha un ictus può avere difficoltà a parlare. Il suo discorso può essere incomprensibile. Chiedere, quindi, alla persona di ripetere una frase semplice, verificando così la sua capacità di linguaggio;
  4. Se una persona ha uno dei sintomi di cui sopra, non bisogna perdere tempo. Occorre chiamare il 118 o portarla immediatamente al Pronto Soccorso.

Altri sintomi di un ictus:

  • Sensazione di ‘aghi’ ovunque;
  • Difficoltà a stare in piedi, perdita di equilibrio e di coordinazione;
  • Vista offuscata. Difficoltà a vedere con uno o con entrambi gli occhi;
  • Forte mal di testa;
  • Stato confusionale;
  • Incapacità di comprendere il linguaggio altrui;
  • Perdita di memoria;
  • Cambiamenti comportamentali;
  • Rigidità muscolare;
  • Difficoltà a deglutire;
  • Movimenti oculari involontari.

Infine, i sintomi dell’attacco ischemico transitorio sono simili a quelli dell’ictus solo che scompaiono da soli.

Commenti