Rischio contaminazione batterica, ritirato integratore

Nell'integratore, grazie a un’analisi microbiologica, è stata rinvenuta la presenza di “Bacillus cereus”.

0
606

Rischio di contaminazione batterica pericolosa”.

Con questa motivazione l’Agenzia austriaca per la salute e la sicurezza alimentare (AGES) ha disposto il ritiro immediato dell’integratore alimentare realizzato con microalghe clorella.

Si tratta del prodotto Bio Chlorella, prodotto dalla multinazionale tedesca GSE e utilizzato anche in Italia. Il lotto ritirato è quello numero L1710971.

Nell’integratore, grazie a un’analisi microbiologica, è stata rinvenuta la presenza di “Bacillus cereus”.

Stando alle indicazioni del Ceirsa, Centro Interdipartimentale di Ricerca e Documentazione per la Sicurezza Alimentare, questo tipo di infezione ha un periodo di incubazione che va dalle 10 alle 16 ore e causa sintomi principalmente a carico del tratto gastrointestinale, con crampi e diarrea, ma anche vomito e febbre. La malattia dura uno o due giorni.

[amazon_link asins=’B01N6G2BZK,B075NFZNNT,B00DEZ049K,B074FSJHBX,B004QV50O0,B00NR3RCEO,B073FF1HT2′ template=’ProductCarousel’ store=’gianbolab-21′ marketplace=’IT’ link_id=’196c14f1-6025-11e8-8878-637ff9228edf’]

La notizia del richiamo di questo integratore alimentare, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello Sportello dei Diritti, non è stata diffusa nel nostro paese attraverso canali ufficiali, perché l’Italia, al momento, non fa parte degli stati in cui è in atto il provvedimento. Si raccomanda, comunque, massima allerta poiché questi integratori alimentari sono generalmente venduti liberamente su internet da grandi e grandissimi operatori e-commerce.

Commenti