Previene l’emicrania, nuovo farmaco presto in commercio in Europa

La Food and Drug Administration ha approvato giovedì scorso, 17 maggio, un nuovo farmaco in grado di prevenire gli attacchi di emicrania negli adulti.

0
147
emicrania

La Food and Drug Administration, l’ente governativo statunitense che si occupa della regolamentazione dei prodotti alimentari e farmaceutici statunitensi, ha approvato giovedì scorso, 17 maggio, un nuovo farmaco in grado di prevenire gli attacchi di emicrania negli adulti.

Il trattamento, denominato Aimovig, somministrato una volta al mese come autoiniezione, è il primo trattamento preventivo per l’emicrania e il primo di una nuova classe di farmaci che blocca l’attività del peptide legato al gene della calcitonina, coinvolto nei meccanismi degli attacchi di emicrania.

La nuova molecola sviluppata dal gruppo farmaceutico svizzero Novartis dà grandi speranze ai milioni di malati cronici di emicrania di tutto il mondo.

Questa grave e invalidante malattia neurologica, infatti, prima di oggi, non aveva avuto un trattamento veramente efficace e nessuna cura preventiva.

L’efficacia dell’Aimovig è stata dimostrata, secondo la FDA, da tre studi clinici: nei pazienti a cui è stato somministrato il trattamento si è osservata una diminuzione del numero di giorni al mese contrassegnati da attacchi di emicrania.

Novartis ha annunciato che Aimovig sarà disponibile negli Stati Uniti nel corso della settimana al prezzo di $575 (circa 480 euro) per una confezione con monodosi dalla durata di un mese, confezionato con una siringa auto-iniettabile o $6.900 (circa 5.800 euro) per l’intero anno.

Il trattamento è attualmente oggetto di indagine da parte dell’Agenzia europea per i medicinali (EMA), in attesa che ci sia l’autorizzazione per la vendita dell’Aimovig anche nell’Unione Europea nei prossimi mesi.

Commenti