5 odori che il cane non riesce a sopportare

Ci sono odori che i cani non tollerano. Conoscerli può essere molto importante, ad esempio per costringerli ad abbandonare un'attività deleteria.

0

Ci sono odori che i cani non tollerano. Conoscerli può essere molto importante, ad esempio per costringerli ad abbandonare un’attività deleteria: come mordicchiare i beni personali, scavare nel giardino, ecc.

Per un cane masticare e scavare sono comportamenti naturali ma sfruttando il suo olfatto si può addestrare per farlo stare lontano da luoghi o cose.

PEPE E PEPERONCINO

L’ingrediente principale del peperoncino è la capsaicina che dà il sapore e l’odore piccante. Una componente che tiene alla larga i cani.

Lo stesso vale per il pepe, molto irritante per il naso dell’animale. Il cane, infatti, non gradisce né l’odore né la sensazione di bruciatura che causa. Ci sono, ad esempio, alcuni repellenti commerciali che usano il pepe come ingrediente.

Da sottolineare che pepe e peperoncino non avvelenano il cane ma probabilmente l’animale si allontanerà per evitare il contatto.

AGRUMI

Il forte odore di limoni e arance può essere un modo naturale e sicuro per tenere i cani lontani dalle aree indesiderate.

Quindi, se il cane tende a masticare i bordi dei tavoli o delle sedie, può bastare spruzzare un po’ di succo di agrumi per impedire che lo faccia.

ACETO

L’aceto si può usare direttamente dalla bottiglia o in modalità spray. Attenzione, però: non bisogna usarlo sulle piante perché potrebbe danneggiarle.

L’aceto, infatti, è un altro odore non gradito dai cani, così come – per citarne un altro – la naftalina.

Commenti