Non va in bagno per giocare ai videogame, bambino rischia la vita

È successo in Inghilterra dove un bambino di 10 anni ha dovuto subire un intervento chirurgico all’intestino.

0
818

Soltanto pochi giorni fa l’Organizzazione Mondiale della Sanità l’aveva riconosciuta come malattia mentale e oggi arriva la notizia che un ragazzino inglese di 10 anni ha addirittura rischiato la vita per colpa sua. Stiamo parlando della dipendenza da videogames.

Il ragazzino in questione, come è stato raccontato in una conferenza medica dalla pediatra Jo Begent dello ‘University College London Hospital’ e poi riportato dal ‘Daily Mail’, è stato sottoposto ad un intervento chirurgico d’urgenza all’intestino perché per alcuni giorni non era andato in bagno per non staccarsi dalle sessioni di gioco dei suoi amati videogames.

Questa pratica, ha spiegato la dottoressa, aveva dilatato l’intestino del 10enne a tal punto da deformarlo e da richiedere un intervento per evitare conseguenze molto più gravi.
Non è ancora chiaro, invece, perché nessun adulto abbia impedito al giovanissimo di arrivare ad un simile punto.

Oltre ai problemi presentati dal ragazzino in questione, è bene ricordare che il cosiddetto ‘gaming disorder’ provoca anche altre conseguenze negative sulla salute umana: alienazione, disturbi del sonno, problemi alimentari e crisi epilettiche.

Commenti