Non gli consegna le pillole e pugnala l’infermiere

Terribile quanto successo a Medina, in Arabia Saudita, il 17 maggio scorso.

0
197

Terribile quanto successo a Medina, in Arabia Saudita, il 17 maggio scorso.

Un infermiere, di origine filippina, è stato ripetutamente pugnalato a un braccio da un uomo saudita che si è infuriato dopo che gli è stato negato di assumere farmaci.

In un filmato, si vede un giovane – che ha 23 anni – avvicinarsi al banco dove si trova l’infermiere e lo pugnala ripetutamente nell’avambraccio sinistro.

Rolando, poi, viene difeso dal personale dell’ospedale e curato immediatamente: le ferite al braccio, come si nota alla fine del filmato, sono molto profonde, e hanno fatto perdere tanto sangue all’uomo.

L’infermiere, come si legge sul Daily Mail, ha raccontato: “All’inizio ero scioccato. Pensavo che mi stesse ‘soltanto’ prendendo a pugni quindi il mio istinto è stato quello di bloccarlo. Solo dopo ho sentito il dolore, ho visto il sangue e ho capito che quell’uomo aveva un coltello. Ringrazio i miei colleghi per essere arrivati in mio aiuto“.

La polizia ha arrestato l’aggressore. Questi ha affermato di essersi arrabbiato dopo che Rolando ha rifiutato di dargli delle medicine senza prescrizione medica (perché la politica dell’ospedale prevede che siano consegnate delle compresse solo previa conferma scritta da parte di un medico).

Jedda Edgar Badajos, Console Generale delle Filippine a Jeddah, ha comunicato che l’uomo arabo è stato rinviato in custodia: “L’aggressore è già in prigione e l’inchiesta è in corso. I nostri operatori sanitari non dovrebbero preoccuparsi perché è un caso isolato“.

IL VIDEO (non adatto a un pubblico sensibile):

Commenti