Iperacusia: sintomi, cause e quando andare dal medico

L'iperacusia è un disturbo dell'udito. Questa condizione consiste nel provare un fastidio intollerabile verso certi suoni, rendendo la vita di tutti giorni difficile per i soggetti che ne soffrono.

0
412

L’iperacusia è un disturbo dell’udito. Questa condizione consiste nel provare un fastidio intollerabile verso certi suoni, rendendo la vita di tutti giorni difficile per i soggetti che ne soffrono.

L’iperacusia ha origine da un problema del cervello (cioè nel modo in cui vengono percepiti i rumori). Tuttavia non è ancora stato stabilito con certezza quali siano le cause che determinano tale patologia.

Chi è affetto da iperacusia ha difficoltà a tollerare certi suoni, che per la maggioranza delle persone risultano del tutto normali. Tra i suoni che scatenano un’avversione abbiamo:

  • rubinetto in funzione;
  • elettrodomestici da cucina (ad esempio il frigorifero);
  • squillo del cellulare;
  • il rombo del motore di un’automobile.
  • forti risale o urla;
  • petardi o giochi d’artificio che esplodono.

Esistono vari forme di iperacusia, differenti per gravità: alcuni soggetti sono “leggermente” infastiditi dai rumori ma altri sviluppano sintomi più gravi, quali problemi di equilibrio e convulsioni.

L’iperacusia è una condizione rara ma può colpire chiunque. La maggior parte delle persone con iperacusia ha anche l’acufene (una condizione medica in cui la persona avverte un ronzio costante nell’orecchio). 

Quali sono i sintomi dell’iperacusia?

I soggetti con iperacusia presentano dei sintomi solitamente comuni, tra questi si collocano:

  • ansia e panico;
  • bisogno di tapparsi le orecchie;
  • malumore;
  • forte dolore alle testa;
  • emicrania;
  • stanchezza;
  • disturbo del sonno;

Quali sono le cause più probabili di iperacusia?

Solitamente l’iperacusia non si presenta alla nascita ma si sviluppa a un certo momento della vita. Tra le cause più comuni di iperacusia si annoverano:

  • danni alle orecchie da tossine o farmaci;
  • malattia di Lyme;
  • lesioni alla testa;
  • infezioni virali (che possono colpire l’orecchio interno);
  • malattia di Tay-Sachs;
  • alcuni tipi di epilessia;
  • emicrania;
  • depressione;
  • disturbo post traumatico da stress;
  • dipendenza da valium.
  • forte rumore (ad esempio: un singolo colpo d’arma rumoroso può scatenare il disturbo).

Quando è necessario rivolgersi al medico?

Se si sospetta di aver sviluppato l’iperacusia, è bene rivolgersi a una specialista  otorinolaringoiatra, che procederà all’esame dell’orecchio, raccoglierà informazioni sulla storia medica e prescriverà i test audiometrici (questi permetteranno di stabilire con certezza il grado di ipersensibilità acustica).

Commenti