Incontinenza urinaria: tipi, cause e prevenzione

L'incontinenza urinaria è una condizione medica, che colpisce quasi un terzo della popolazione statunitense, secondo l'American Urological Association.

0
1337
cancro-ovaie

L’incontinenza urinaria è una condizione medica, che colpisce quasi un terzo della popolazione statunitense, secondo l’American Urological Association.

L’incontinenza urinaria (o minzione involontaria) è la perdita di incontrollata di urina. Ne sono affette maggiormente le donne e determina una situazione di disagio con seguente peggioramento della qualità della vita.

TIPI E SINTOMI D’INCONTINENZA

È possibile individuare 4 tipi d’incontinenza urinaria, ognuna con cause e sintomi differenti. Ecco quali sono:

INCONTINENZA DA URGENZA
È tipica della vescica iperattiva, l’incontinenza da urgenza è caratterizzata da un’improvviso bisogno di urinare. A volte, i pazienti non riescono neppure a raggiungere il bagno per soddisfare lo stimolo. I pazienti affetti da questo tipo d’incontinenza hanno la necessità di urinare più volte durante il giorno e anche di notte (sindrome da urgenza-frequenza).

INCONTINENZA DA SFORZO
L’incontinenza da sforzo è dovuta a lesioni dei nervi o dei meccanismi di chiusura della vescica (sfinteri uretrali). Negli uomini tale condizione è dovuta, generalmente, a interventi della prostata mentre nelle donne le cause possono essere: parto complicato, obesità o effetti collaterali dovuti all’assunzione di certi farmaci.

Questa incontinenza di verifica durante uno sforzo o sotto stimolo: per esempio prima o dopo l’esercizio fisico, a seguito di un colpo di tosse o dopo aver riso. Sono tutte condizione che possono mettere sotto stress i muscoli che controllano la vescica, causando le perdite di urina.

INCONTINENZA DA BLOCCO
L’incontinenza da blocco o da “overflow” è causata da un’ostruzione a livello dell’uretra o alla scarsa capacità di contrazione della vescica (colpisce maggiormente gli uomini). Nei soggetti affetti da questa condizione, la vescica non si svuota completamente dopo la minzione, lasciando così alcune quantità di urina, che possono successivamente fuoriuscire involontariamente a causa delle pressione esercitata sulla vescica.

INCONTINENZA FUNZIONALE
L’incontinenza funzionale è dovuta a un complesso di fattori legati alle condizioni di salute o all’assunzione di farmaci che spingono i soggetti colpiti a recarsi al bagno con frequenza (disturbi neurologici, infezioni del tratto urinario, tumori ecc…). 

CAUSE DELL’INCONTINENZA URINARIA

Le cause dell’incontinenza urinaria sono molteplici. Non necessariamente deve trattarsi della conseguenza conseguenza di una condizione di salute.

Infatti alcune tipi d’incontinenza solo legati allo stile di vita e all’assunzione di alcuni alimenti e bevande, quali: cioccolato, caffè, alcol, bevande gassate o contenenti caffeina, peperoncino, cibi piccanti o molto zuccherati. Anche alcuni farmaci possono essere causa di incontinenza: per esempio quelli per il controllo della pressione sanguigna, estrogeni, lassativi e i sedativi, compresi i rilassanti muscolari (questi agiscono come diuretici e stimolano la vescica).

Tuttavia, esistono delle patologie o condizioni che sono fattori di rischio per l’incontinenza urinaria, quali:

  • la gravidanza (i cambiamenti ormonali, così come il peso del feto possono favorire l’incontinenza);
  • il parto (può causare l’indebolimento dei muscoli responsabili del controllo della vescica);
  • l’invecchiamento della vescica con l’avanzare dell’età;
  • la menopausa: il venir meno degli estrogeni può avere effetti dannosi sul rivestimento dell’uretra e della vescica;
  • interventi chirurgici sul sistema riproduttivo: quali l’isterectomia (rimozione dell’utero nelle donne) o l’intervento di rimozione della prostata (negli uomini) possono favorire la disfunzione.
  • ingrossamento della prostata (condizione comune tra gli uomini anziani);
  • cancro alla prostata: sebbene l’incontinenza possa essere un sintomo del cancro alla prostata, più spesso è causata dai trattamenti ai cui i pazienti si sottopongo (esempio la radioterapia può indebolire i muscoli coinvolti nella minzione);
  • disturbi neurologici: alcune malattie neurologiche (quali la Sclerosi multipla, il Parkinson, l’Alzheimer e l’ictus) o lesioni spinali possono “interrompere” le normali comunicazioni nervose ed essere la causa dell’incontinenza urinaria.

PREVENZIONE

Non è possibile prevenire l’incontinenza urinaria, specialmente se è dovuta a una condizione medica preesistente.

Tuttavia, è raccomandabile condurre una stile di vita sano, seguendo alcune regole, quali:

  • tenersi in forma;
  • svolgere alcuni esercizi, quali quelli di Kegel (servono a rafforzare i muscoli pelvici);
  • evitare bevande e cibi che favoriscono l’incontinenza urinaria;
  • seguire un’alimentazione ricca di fibre;
  • smettere di fumare.

Commenti