In Thailandia va di moda lo sbiancamento del pene (e non solo)

L'ospedale Lelux di Bangkok, in Thailandia, sta offrendo, con successo, un trattamento sbiancante per la pelle in un luogo davvero particolare...

0

L’ospedale Lelux di Bangkok, in Thailandia, sta offrendo, con successo, un trattamento sbiancante per la pelle in un luogo davvero particolare…

Il solo pensiero potrebbe fare trasalire ma lo sbiancamento del pene si rivela sorprendentemente popolare nel sud-est asiatico con clienti che arrivano anche da Myanmar, Cambogia e Hong Kong.

Secondo Bunthita Wattanasiri, capo del dipartimento Pelle e Laser dell’ospedale thailandese, ogni mese si presentano in clinica almeno 100 uomini.

Il ministero della salute thailandese ha invitato gli uomini a non sottoporsi al procedimento.

A parte gli effetti collaterali che includono dolore, infiammazione e cicatrici, dopo il trattamento i pazienti vedranno il loro pene tornare al colore precedente con l’aggiunta probabile di “brutte macchie”, come ha dichiarato il Ministero alla BBC.

L’intervento, inoltre, potrebbe anche danneggiare sistema riproduttivo e influenzare negativamente la vita sessuale.

Si è scoperto, però, che questo servizio non è solo per uomini. Il responsabile marketing del Lelux Hospital, Popol Tansakul, ha dichiarato alla BBC di aver cominciato quattro mesi fa ad offrire anche i servizi di sbiancamento della vagina.

La procedura riguarda soprattutto gli uomini tra i 22 e i 55 anni e membri della comunità LGBT, ha affermato Wattanasiri all’AFP.

Costo dell’intervento? Cinque sessioni, 650 dollari, ovvero 540 euro.

Nella stessa clinica thailandese, inoltre, in molti chiedono lo sbiancamento della pelle.

Il motivo? La pelle più scura è associata al lavoro all’aperto e alla classe operaia, mentre la pelle più chiara è collegata a ricchezza e bellezza.

Commenti