Ictus silenzioso: sintomi e prevenzione

Un ictus è ciò che accade quando si rompe improvvisamente un vaso sanguigno nel cervello (ictus emorragico) o quando è ostruito (ictus ischemico). E poi c'è quello silenzioso...

0
120
ictus silenzioso

Che cosa è un ictus silenzioso e perché si chiama così?

Un ictus, innanzitutto, è ciò che accade quando si rompe improvvisamente un vaso sanguigno nel cervello (ictus emorragico) o quando è ostruito (ictus ischemico).

Quindi, il flusso di sangue verso il cervello si interrompe.

Ictus silenzioso è un termine usato per descrivere un ictus che si verifica in una parte del cervello che non controlla funzioni vitali, come il movimento o la parola. Quando succede, le persone non avvertono sintomi o i sintomi sono così impercettibili da essere ignorati.

L’ictus silenzioso può non mostrare segni ma causare danni ingenti che possono portare a problemi di memoria e alla demenza. Può, inoltre, aumentare il rischio di subire un ictus ischemico o emorragico.

COME SI EVITA L’ICTUS?

Ci sono misure che si possono prendere per ridurre il rischio di ictus.

Ovvero:

  • In caso di pressione sanguigna alta, gestirla correttamente;
  • Mantenere i livelli di colesterolo entro i limiti;
  • Monitorare il livello di zucchero nel sangue, soprattutto in caso di diabete;
  • Smettere di fumare;
  • Rimanere fisicamente attivi;
  • Seguire un’alimentazione sana, consumando più ortaggi, frutta e cereali integrali e meno cibi ad alto contenuto di grassi, zucchero e sale;
  • In caso di sovrappeso o obesità, dimagrire;
  • In presenza di sintomi quali vertigini, perdita di coordinazione muscolare, confusione, problemi alla vista e altri segni tipici di un ictus, informare il medico, anche se sono lievi e non frequenti.

Commenti